Una brutta settimana

232
foto di P. Catino

Nel prossimo week end a causa di un vortice depressionario previsto sul Mediterraneo centrale, il tempo sarà generalmente perturbato quasi ovunque, in particolare sulle regioni del medio e basso Tirreno. Verso metà domenica però si dovrebbe assistere ad un generale miglioramento; miglioramento più probabile sa partire dalle regioni del nord. Le temperature generalmente stazionari e i mari sempre da poco mossi a localmente molto mossi

La settimana appena trascorsa è stata una settimana di fine inverno un po’ tranquilla fino a domenica, qualche pioggia all’inizio, poi ha prevalso su quasi tutte le regioni il sereno o il variabile, questo fino a sabato, poi però il maltempo segnalato già qualche giorno prima sulla Francia meridionale è entrato deciso anche da noi portando tra sabato sera e tutta domenica maltempo su gran parte delle regioni tirreniche. Peccato per le manifestazioni della mattina come la maratona di Roma e le varie marce della pace. Le temperature che erano risalite su valori gradevoli hanno ripreso a scendere. I mari fino a sabato da poco mossi sono passati domenica a mossi soprattutto quelli della Liguria e del Tirreno centrale. Vediamo ora cosa ci dobbiamo aspettare per la settimana entrante.

Le previsioni

Lunedì: passata velocemente la perturbazione di domenica, al nord torna il sereno variabile, stessa cosa su parte del centro. Resta una leggera situazione di instabilità invece sulle regioni meridionali in particolare tra la Calabria, la Basilicata e la Puglia. Qualche fenomeno di nebbia lungo le valli e le pianure del centro nord, mentre le temperature restano stazionarie. I mari generalmente poco mossi a parte quelli del Basso Adriatico e dello Ionio dove invece saranno mossi e localmente molto mossi.
Martedì: nell’arco della giornata il tempo tenderà a peggiorare su gran parte delle regioni, iniziando il mattino sul settore nord occidentale e poi tra il pomeriggio e la sera sulle altre regioni Tirreniche e in parte Adriatiche. Piogge in particolare sull’Emilia Romagna e sulle Marche. Venti leggeri prevalenti da est. Al centro piogge più consistenti tra il Lazio e l’Abruzzo. Da un inizio di cielo variabile durante il pomeriggio e soprattutto nella notte è previsto un consistente peggioramento del tempo con piogge anche di forte intensità tra la Calabria, la Puglia e la Sicilia orientale, ciò è causato dallo scontro tra aria più calda meridionale con aria più fresca nord – orientale. Le temperature in leggera diminuzione sui valori massimi quasi ovunque, mentre i mari tenderanno ad essere da mossi ad agitati.
Mercoledì: giornata all’insegna del maltempo su gran parte delle regioni italiane, con forti piogge previste al centro. Nevicate sono previste sull’arco Alpino a partire da 1300 metri. Da 1500 metri sull’Appennino centro settentrionale. Le temperature in generale diminuzione soprattutto al centro e al nord. Stabili invece al Sud dove il maltempo sarà solo marginale e le piogge non intense. Verso la fine della giornata al sud tornerà il variabile – sereno. I mari soprattutto quelli meridionali ancora mossi, ma con tendenza a poco mossi.
Giovedì: Ancora bassa pressione sull’Italia centro nord, nel pomeriggio qui la situazione tenderà a migliorare mentre peggiorerà sulle regioni meridionali con forti piogge previste in serata sul basso versante tirrenico fino a tutta la Sicilia. Meglio la situazione meteo sul settore nord orientale dove si potranno incontrare ampi rasserenamenti. Qualche fiocco di neve ancora sulle Alpi, ma a partire da 1500 metri. I mari poco mossi quelli settentrionali ancora mossi quelli meridionali. Le temperature saranno ancora nella media stagionale.

Attendibilità al 70%

Venerdì: Ancora maltempo diffuso su gran parte dell’Italia, questa volta in particolare sul medio Adriatico e poi su gran parte delle regioni del sud. Migliora la situazione sul settore nord occidentale e sulle regioni del medio Tirreno. Sull’Appennino centro settentrionale possibili nevicata a partire da 1500 metri. I mari ancora da poco mossi a mossi quasi ovunque. Le temperature leggermente sotto la media stagionale.
Week End: A causa di un vortice depressionario previsto sul Mediterraneo centrale, il tempo sarà generalmente perturbato quasi ovunque, in particolare sulle regioni del medio e basso Tirreno. Verso metà domenica però si dovrebbe assistere ad un generale miglioramento; miglioramento più probabile sa partire dalle regioni del nord. Le temperature generalmente stazionari e i mari sempre da poco mossi a localmente molto mossi.