Torna la variabilità

163
foto di A. Perrini

Il prossimo week end a causa di una serie di perturbazioni atlantiche che scorrazzeranno in Europa, il nord Italia e parte del centro saranno in parte, anche se marginalmente, interessati da cieli a tratti coperti e da qualche precipitazione. Meglio la situazione sulle regioni meridionali, Sardegna esclusa dove è previsto cielo variabile e qualche precipitazione sul settore settentrionale. Sulle altre regioni meridionali dovrebbe prevalere il cielo sereno

Non c’è da lamentarsi, a parte verso la fine della settimana scorsa dove si sono registrati cieli a tratti coperti e qualche pioggia soprattutto al nord. Da lunedì a sabato abbiamo goduto di temperature gradevoli e cieli sereni. Inizialmente hanno prevalso leggeri venti freschi dai quadranti settentrionali, verso sabato e domenica invece hanno prevalso venti moderati da sud. I mari generalmente poco mossi. Vediamo ora cosa ci dobbiamo aspettare per la prossima settimana.

Le previsioni

Purtroppo per lunedì e martedì è previsto l’arrivo del cattivo tempo su gran parte delle nostre regioni, ma ora vediamo cosa è previsto giorno per giorno:
Lunedì: è previsto un generale peggioramento del tempo su tutte le regioni, iniziando dal nord con precipitazioni sparse in alcuni casi a carattere di rovescio soprattutto sul settore nord occidentale. Neve è prevista sulle Alpi centro occidentali a partire da 1.500 metri. Anche il centro subirà nell’arco della giornata tempo perturbato con piogge anche a carattere temporalesco sulle regioni del versante tirrenico. Stessa cosa al Sud e sulle isole maggiori con piogge più frequenti tra la Campania, il Molise e la Calabria. Flessione delle temperature che scenderanno quasi ovunque di 3 o 5 gradi. I venti saranno prevalentemente meridionali e i mari da mossi ad agitati, soprattutto quelli della Sardegna.
Martedì: ancora gran parte delle nostre regioni risulteranno interessate dal maltempo, ma al nord già a partire dalla tarda mattinata si faranno strada ampi rasserenamenti. Al centro il miglioramento è atteso in serata, stessa cosa al sud e sulle isole. Le temperature in lieve aumento sui valori massimi sulle regioni settentrionali, stabili altrove. I venti cambieranno direzione spirando da nord, ciò comporterà ancora mari da mossi a localmente agitati, soprattutto il Mare Ligure e il Tirreno settentrionale.
Mercoledì: la perturbazione lascia l’Italia e si sposta sui Balcani. Torna il bel tempo quasi ovunque, soprattutto sul versante tirrenico, resta ancora qualche nuvolosità più consistente sul Triveneto e parte del versante adriatico meridionale. In particolare possibili piogge ancora su Puglia e Calabria ionica. Le temperature in rialzo. I mari ancora mossi, ma con tendenza a poco mossi.
Giovedì: si apre all’insegna della variabilità con la presenza di nubi alte stratificate al nord e con qualche pioggia nelle zone a ridosso dei rilievi. Ampie schiarite sul settore nord orientale. Al centro variabile coperto con qualche leggera pioggia tra la Toscana e l’Umbria. Cieli a tratti sereni o poco nuvolosi altrove. Piogge al sud tra la Calabria e la Basilicata, altrove variabile sereno. I mari ancora localmente mossi, ma in graduale attenuazione un po’ ovunque.

Attendibilità al 70%

Venerdì: Al nord cieli in prevalenza parzialmente nuvolosi per l’intera giornata. La situazione migliora in serata. Ancora qualche nevicata sopra i 1.800 metri sulle Alpi orientali. Al centro prevale il variabile, ma in serata è prevista un accentuazione della nuvolosità con qualche precipitazione soprattutto lungo la dorsale appenninica e sulle regioni adriatiche. Meglio la situazione al sud dove prevarranno cieli sereni o poco nuvolosi. Le temperature si attesteranno sui valori stagionali. I mari torneranno ad essere poco mossi.
Week end: a causa di una serie di perturbazioni atlantiche che scorrazzeranno in Europa, il nord Italia e parte del centro saranno in parte, anche se marginalmente, interessati da cieli a tratti coperti e da qualche precipitazione. Meglio la situazione sulle regioni meridionali, Sardegna esclusa dove è previsto cielo variabile e qualche precipitazione sul settore settentrionale. Sulle altre regioni meridionali dovrebbe prevalere il cielo sereno. A causa di correnti moderate provenienti da nord al centro e al nord le temperature subiranno una leggera diminuzione. Stabili invece al sud. I mari ancora poco mossi.