La biodiversité, c’est la vie

131

I prodotti della natura sono utilizzati in svariati settori, dall’agricoltura a molte branche dell’industria e la perdita di biodiversità minaccia i nostri approvvigionamenti di cibo, energia e medicinali e costituisce un pericolo per l’ambiente come anche per l’uomo

La biodiversità è vita. Una infografica del ministero dell’Ambiente francese, sintetizza ed evidenzia l’importanza della diversità biologica.
Quella diversità biologica o biodiversità che in ecologia è la molteplicità di organismi viventi, nelle loro diverse forme, e dei rispettivi ecosistemi e che comprende l’intera variabilità biologica di geni, specie, nicchie ecologiche ed ecosistemi.
E sono le risorse genetiche la componente determinante della biodiversità all’interno di una singola specie.
Le risorse biologiche sono i pilastri su cui è stata costruita la nostra civiltà e i prodotti derivanti dalla natura sono utilizzati in svariati settori, dall’agricoltura a molte branche dell’industria; la perdita di biodiversità minaccia i nostri approvvigionamenti di cibo, energia e medicinali e costituisce un pericolo per l’ambiente come anche per l’uomo.
Per questo motivo gli organismi internazionali si sono mobilitati per promuovere il ripristino degli habitat e degli ecosistemi e l’Unione europea lo ha fatto adottando la strategia Biodiversità 2020.
«I servizi che la natura ci mette a disposizione, come l’acqua pulita, aria pulita, suolo fertile, cibo, non solo sono cruciali per il benessere del genere umano, rappresentano anche un valore economico astronomico. Secondo gli economisti, ogni anno perdiamo 3% del Pil a causa della perdita di biodiversità. Che costa molti miliardi ogni anno (€ 450 bilioni). Rispetto a queste cifre, investire € 5,8 bilioni all’anno in Natura 2000 è un affare!», questo è quanto affermato dal relatore della Commissione europea per l’ambiente Gerben-Jan Gerbrandy.
Oltre alla strategia Biodiversità 2020 adottata a livello comunitario il ministero dell’Ambiente transalpino ha adottato una strategia per la salvaguardia della biodiversità a livello nazionale e, recentemente, ha prodotto l’infografica «La biodiversité, c’est la vie» con la quale si cerca di evidenziare in modo sintetico ed efficace l’importanza della biodiversità per la salvaguardia dell’uomo e del suo ambiente.
Un’iniziativa da adottare al più presto ovunque perché la perdita di biodiversità ha costi devastanti per la società in vari settori, costi che fino ad ora sono stati ignorati nelle svariate politiche economiche.