Prove d’inverno

140

Nel prossimo fine settimana l’alta pressione potrebbe cedere terreno ad una serie di brevi perturbazioni atlantiche e, quindi, sul settore nord occidentale e sul Tirreno centrale possibili piogge e nevicate sopra i 1.000 metri. Le temperature in leggero calo al nord stazionarie altrove

Finalmente una settimana «regolare» per quanto riguarda la stagione: sconfitta l’alta pressione africana è arrivata l’avanguardia dell’inverno. La vegetazione disorientata per il perdurare del clima anomalo, con l’arrivo del freddo si è ricollocata nella sua dimensione di sempre. Purtroppo, come avevamo previsto, il maltempo si è accanito sulle regioni meridionali e in parte su quelle medie e basse adriatiche portando ancora una volta allagamenti e frane. Per una frana alla periferia di Palermo è anche morta una donna. I mari agitati per tutta la settimana hanno reso difficili i collegamenti tra il continente e le isole minori, ma ora vediamo cosa ci dicono le previsioni per la settimana entrante.

Le previsioni

Ritorna l’alta pressione e con essa belle giornate e tanta nebbia al nord e su parte del centro. I mari da agitati tornano pian piano alla normalità. Anche le temperature tornano lentamente a salire, ma sempre nella media stagionale. Verso la fine della settimana l’alta pressione potrebbe cedere agli attacchi dei fronti freddi ed umidi atlantici portando sulle regioni settentrionali e su parte delle centrali cieli coperti, piogge e neve sui rilievi.
Lunedì: Predomina l’alta pressione, splende il sole su gran parte delle regioni italiane a parte una certa variabilità al nord sulla Liguria, Piemonte e Triveneto. Ancora cieli a tratti coperti tra la Sicilia e la Calabria. Poche o insignificanti precipitazioni. Torna la nebbia nella Valle Padana e al centro lungo le valli dell’Arno e del Tevere. Le temperature rigide al primo mattino, in risalita durante la giornata. I mari con tendenza da mossi a poco mossi.
Martedì: sempre l’alta pressione domina gran parte dell’Italia, tuttavia al mattino cieli a tratti coperti su molte regioni centrali. Qualche leggera pioggia al primo mattino. La nebbia al nord torna a ridurre la visibilità su strade ed autostrade di pianura. Le temperature in aumento sui valori massimi. I mari generalmente poco mossi, mossi in prossimità delle coste occidentali della Sardegna.
Mercoledì: Cieli generalmente sereni, tuttavia la nebbia sarà ancora più insistente lungo le pianure e le valli del nord e del centro. In prima mattina possibili gelate al nord e lungo le valli interne del centro. Qualche leggera pioggia sul settore nord occidentale durante la giornata. I mari da poco mossi a calmi. Le temperature in leggero aumento sui valori massimi.
Giovedì: Sempre l’alta pressione fa da padrone, quindi nebbie e possibili gelate nelle prime ore della giornata lungo le valli interne del nord e del centro. I mari sempre da poco mossi a calmi e le temperature in lieve aumento rispetto alla media stagionale.

Attendibilità al 70%

Venerdì: Fotocopia del giorno prima con l’aggravante che la nebbia soprattutto al nord questa volta potrebbe resistere per tutta la giornata. Al centro e al sud cieli generalmente sereni. Temperature stazionarie.
Week End: L’alta pressione potrebbe cedere terreno ad una serie di brevi perturbazioni atlantiche e, quindi, sul settore nord occidentale e sul Tirreno centrale possibili piogge e nevicate sopra i 1.000 metri. Le temperature in leggero calo al nord stazionarie altrove.