Verso il bello

268
foto di A. Perrini

Per il fine settimana piogge guastafeste potrebbero interessare molte località, soprattutto del versante Tirrenico, impegnate in sfilate di carri e maschere allegoriche. Meglio sul versante Adriatico e sulle due isole principali. Temperature in leggero calo al nord, stazionarie al centro, in leggero aumento al sud

La settimana appena trascorsa è stata inizialmente con cielo variabile-sereno su gran parte dell’Italia. Nebbie inevitabili su valli e pianure. Verso la fine della settimana qualche pioggia e poi venti dai quadranti settentrionali che hanno pulito il cielo e infine arrivo dell’alta pressione. Temperature nella media stagionale. Vediamo ora cosa dobbiamo aspettarci per la settimana entrante.

Previsioni

Resiste l’alta pressione su gran parte delle regioni italiane e questo fino a tutto martedì, anche se sulle estreme regioni meridionali e su parte della Sardegna potranno dominare cieli variabili-coperti con possibili piogge locali. È prevista prepotente la nebbia al Nord. I mari poco mossi o localmente calmi e temperature nella media stagionale.
Tra mercoledì e giovedì una debole perturbazione atlantica potrebbe ridurre l’alta pressione su Liguria, Toscana e Lazio portando qualche leggera pioggia. Purtroppo questo non servirà a dissolvere le nebbie sulla Vale Padana e su parte delle valli del centro.
Da venerdì possibile rinforzo della perturbazione atlantica e quindi dissolvimento quasi totale dell’alta pressione, con nevicate sulle Alpi centro occidentali oltre i 1.000 metri. Potrà peggiorare il tempo anche al centro con piogge moderate. Cielo variabile–sereno invece sulle regioni meridionali a parte che sulla Campania dove invece potrebbe annuvolarsi e piovere. I mari generalmente poco mossi e temperature in leggera risalita.
Per il fine settimana piogge guastafeste potrebbero interessare molte località, soprattutto del versante Tirrenico, impegnate in sfilate di carri e maschere allegoriche. Meglio sul versante Adriatico e sulle due isole principali. Temperature in leggero calo al nord, stazionarie al centro, in leggero aumento al sud.