Cop24, per il clima più azioni dal basso

1929
clima artico serra caldo

La Climate Neutral Now è un’iniziativa che mira a incoraggiare e a sostenere tutti i livelli della società a intraprendere un’azione sul clima per raggiungere un mondo neutrale dal punto di vista climatico entro la metà del secolo. Agire sui sistemi alimentari

Alla Conferenza delle parti sui cambiamenti climatici (Cop24), a Katowice (Polonia), un gruppo di organizzazioni internazionali, compreso l’intero sistema delle Nazioni Unite, commenta la propria #ClimateAction per contribuire all’obiettivo #ClimateNeutrality di #ParisAgreement.

La Climate Neutral Now è un’iniziativa lanciata dall’Onu Climate Change nel 2015, che mira a incoraggiare e a sostenere tutti i livelli della società a intraprendere un’azione sul clima per raggiungere un mondo neutrale dal punto di vista climatico entro la metà del secolo e questo come sancito dall’Accordo di Parigi adottato lo stesso anno.

Un clima neutrale da subito è una necessità per evitare i peggiori effetti del cambiamento climatico. La scienza infatti dice che dobbiamo limitare l’aumento della temperatura globale a meno di 2°C, che è anche l’obiettivo centrale dell’Accordo di Parigi. Per raggiungere questo obiettivo, basarsi unicamente sull’azione governativa non è sufficiente. E allora si deve agire anche invitando aziende, organizzazioni, governi e cittadini a lavorare per la neutralità climatica riducendo la loro impronta climatica e seguendo un semplice metodo che si sviluppa in 3 fasi che vanno dal misurare le emissioni di gas serra al ridurle il più possibile compensando quelle che non possono essere evitate.

E allora tutti noi possiamo fare qualcosa e questo sia se ragiono da semplice cittadino, da azienda o organizzazione, da organizzatore di eventi, o nell’iniziativa, da soggetto già coinvolto.

***

Arnold Schnitzel, governatore della California, alla Cop24 ci dice che il #ClimateAction inizia sui nostri piatti. Agire sui sistemi alimentari può combattere il cambiamento climatico. Si è discusso al Momentum for Change, iniziativa del segretariato delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (@FCFC) di sistemi alimentari e di salute planetaria! Su questi temi la Fondazione Rockefeller-Lancet Commission on Salute Planetaria riconosce che la salute umana e la salute del nostro pianeta sono inestricabilmente collegate e che la nostra civiltà dipende dalla salute umana, dai sistemi naturali fiorenti e dalla saggia gestione delle risorse naturali. Con la degradazione dei sistemi naturali in una misura senza precedenti nella storia umana, sia la nostra salute sia quella del nostro pianeta sono in pericolo.

***

Alla chiusura del dialogo di Talanoa, le presidenze delle Conferenze sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite (Cop24 e Cop23) degli ultimi anni hanno pubblicato l’invito all’azione Talanoa. Questa dichiarazione richiede l’urgente e rapida mobilitazione di tutti gli attori sociali per intensificare i loro sforzi al fine di raggiungere gli obiettivi climatici globali concordati a Parigi nel 2015. Gli inviti alla Talanoa Call for Action al #Cop24 sono stati consegnati dai campioni giovanili Timoci Naulusala delle Figi e Hanna Wojdowska dal Polonia.

Un lavoro che ha visto discussioni sviluppate in tavole rotonde che hanno riunito quasi 100 ministri e oltre 40 parti interessate per tracciare una via da seguire per l’azione globale sul clima. Michał Kurtyka presidente della Cop24, ha dichiarato: «È con grande gioia e impegno che la Presidenza polacca ha guidato i dialoghi di Talanoa con le Fiji. Lo scambio di esperienze e le buone pratiche sono particolarmente importanti in questa fase. La discussione del Dialogo si concentrerà sulla domanda: come vogliamo raggiungere l’obiettivo? Una domanda che costituisce il problema principale della Cop24, cioè l’istituzione delle Regole di Katowice che tracciano i percorsi fattibili che ogni paese seguirà nell’intensificare le azioni per la protezione del clima. Il dialogo Talanoa è quindi strettamente intrecciato con il compito principale della Cop24: sviluppare metodi specifici per combattere i cambiamenti climatici».

***

Google alla Cop24 presenta il suo nuovo strumento per calcolare le emissioni da trasporto e edifici, nonché il potenziale di energia solare sul tetto. I dati aiuteranno i decisori politici a prendere provvedimenti consapevoli per affrontare il #ClimateChange

Elsa Sciancalepore