Xylella, ormai è scontro scientifico aperto

2094
alberi ulivo campagna agricoltura

Nasce il Comitato scientifico multidisciplinare indipendente. Purtroppo quella parte della scienza affezionata al riduzionismo allopatico nei processi fisiopatologici delle malattie ha voluto far passare un batterio come l’unico colpevole di un processo molto più complesso e un’intera popolazione adesso crede che il batterio sia l’unica causa del disseccamento

È nato il Comitato scientifico multidisciplinare indipendente (Smi). Nasce da un’idea di Aiab (Associazione italiana per l’agricoltura biologica) e del «Coordinamento per la difesa del Patrimonio Culturale contro le devastazioni ambientali».

La questione del CoDiRO in Puglia, complesso del disseccamento rapido dell’olivo, è una realtà ormai famosa da oltre 5 anni. È una seria e complessa questione fitosanitaria che ha oltrepassato i limiti della scienza, entrando nella pertinenza della politica e dell’economia.

Purtroppo quella parte della scienza affezionata al riduzionismo allopatico nei processi fisiopatologici delle malattie ha voluto far passare un batterio come l’unico colpevole di un processo molto più complesso e un’intera popolazione adesso crede che il batterio sia l’unica causa del disseccamento.

Un processo che ha fin dall’inizio ignorato uno studio diagnostico multidisciplinare, unica vera via per capire e poi curare la fitopatologia in atto.

Non a caso il batterio è spesso presente in alberi sani e spesso assente in alberi che presentano disseccamenti.

È per questo che ad oggi, in pochi giorni dal primo appello, hanno già aderito con entusiasmo al Comitato Smi scienziati di varie branche tra cui: Biologia dall’Università, Batteriologia in Patologia vegetale, Chimica farmaceutica, Agronomia, Ispezione fitosanitaria, Biotica microbica, Cnr, Ingegneria forestale.

Adesso, il neo Comitato scientifico, lancia un ulteriore appello ed un invito a tutti gli uomini di scienza interessati, affinché aderiscano a questo gruppo indipendente per cercare, insieme, di ridare autorevolezza alla ricerca e correttezza alla parola scienza. Si vuole infatti unire e fare incontrare le conoscenze con l’unico obiettivo di fare luce su una patologia fitosanitaria le cui molteplici concause sono piuttosto evidenti a tutti, ma necessitano del necessario supporto scientifico multidisciplinare.

Per aderire si può inviare una mail a comitatosmi@gmail.com.

(Fonte Aiab)