In Alto Adige/Südtirol vietato parlare di pesticidi

833
Pesticidi -Radio Alfa-Flickr

Attacco alla libertà di espressione: denunciati per aver criticato l’uso di pesticidi in Alto Adige/Südtirol. Querela partita dall’assessore all’agricoltura della Provincia Autonoma di Bolzano Arnold Schuler per diffamazione ai danni dell’agricoltura altoatesina

La libertà di espressione è sotto attacco: la Procura della Repubblica di Bolzano ha chiesto che Karl Bär, referente per l’agricoltura dell’Umweltinstitut München, e lo scrittore austriaco Alexander Schiebel (autore del libro «Das Wunder von Mals», «Il miracolo di Malles») vengano processati per aver criticato pubblicamente l’uso massiccio di pesticidi in Alto Adige/Südtirol. I due sono stati infatti querelati dall’assessore all’agricoltura della Provincia Autonoma di Bolzano Arnold Schuler per diffamazione ai danni dell’agricoltura altoatesina; successivamente, oltre un migliaio di agricoltori che utilizzano pesticidi hanno sporto identica querela. Anche i componenti del direttivo dell’Umweltinstitut München e Jacob Radloff, editore di Alexander Schiebel e amministratore delegato della oekom verlag, sono stati denunciati per concorso in diffamazione. Il procedimento penale contro Karl Bär inizierà il 15 settembre 2020 a Bolzano.

Per questo è stata organizzata, solo per i giornalisti, una conferenza stampa congiunta dell’Umweltinstitut München e della oekom verlag che si svolgerà l’8 settembre 2020, alle ore 10:00, online su piattaforma Zoom e in presenza a Bolzano.

Durante la conferenza gli organizzatori spiegheranno perché le accuse sono infondate e costituiscono, in realtà, un attacco alla libertà di espressione. Sarà dimostrato anche perché le critiche all’utilizzo di grandi quantità di pesticidi in Alto Adige/Südtirol sono giustificate e in quale contesto europeo debba essere considerata la querela contro un ambientalista e uno scrittore. Alla conferenza stampa interverranno, oltre agli imputati e al loro avvocato, i due cittadini altoatesini Ulrich Veith e Johannes Fragner-Unterpertinger anch’essi coinvolti in procedimenti giudiziari per aver criticato l’uso di pesticidi in Alto Adige/Südtirol.

Oltre ad essere presenti di persona lo si potrà essere anche tramite la piattaforma online Zoom in occasione della conferenza stampa. La conferenza si svolgerà in lingua tedesca e sarà disponibile un servizio di traduzione simultanea in italiano sia per i giornalisti in sala sia per i giornalisti collegati online.

La conferenza si svolgerà online su piattaforma Zoom e in presenza a Bolzano, Hotel Laurin, via Laurin 4 – 39100 Bolzano, Alto Adige.

Intervengono: Karl Bär, referente per la politica agricola e commerciale dell’Umweltinstitut München Alexander Schiebel, scrittore e cineasta autore di «Das Wunder von Mals» (Il Miracolo di Malles) Jacob Radloff, amministratore delegato della casa editrice oekom verlag Nicola Canestrini, avvocato Ulrich Veith, sindaco di Malles Venosta Johannes Fragner-Unterpertinger, portavoce dell’iniziativa popolare «Der Malser Weg/La via di Malles».

Per partecipare alla conferenza stampa a Bolzano o alla diretta streaming sulla piattaforma online Zoom è necessario registrarsi scrivendo a anmeldung@umweltinstitut.org.

Per chi volesse seguire la conferenza stampa in diretta Zoom: La conferenza stampa si svolgerà in lingua tedesca, sarà disponibile un servizio di interpretazione simultanea in italiano che potrete selezionare direttamente in fase di streaming. È possibile partecipare all’evento online sulla piattaforma Zoom mediante computer. Potete scaricare la app di Zoom dal sito, oppure scaricare e installare Zoom dopo aver cliccato sull’apposito link che vi verrà inviato prima della conferenza stampa. Inoltre, ciascun evento sulla piattaforma Zoom ha un proprio codice identificativo composto da nove, dieci o undici cifre (il cosiddetto «Meeting-ID»), indispensabile per poter partecipare agli eventi sul web. Confermando la partecipazione a  anmeldung@umweltinstitut.org otterrete le informazioni necessarie alla diretta.

 

(Fonte Fabian Holzheid Responsabile politico e addetto stampa dell’Umweltinstitut München)