Solo 200 metri di luce e di vita

131
Grotta marina 6 Enrico Amati
foto di Enrico Amati

Poiché alcune lunghezze d'onda della luce arrivano più in profondità, alcune classi di alghe marine, attraverso il meccanismo dell'evoluzione, hanno «affiancato» alla clorofilla altri pigmenti accessori, capaci di utilizzare le radiazioni luminose più persistenti ( Direttore del Laboratorio di Biologia marina di Bari ) La luce solare rappresenta la fonte energetica utilizzata dai vegetali per […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.