Aumenta il traffico illegale di uccelli selvatici, alcuni sono in pericolo

201

Il problema emerso al Meeting delle Agenzie governative europee a Bruxelles. Mentre l’Ue pone l’attenzione sul problema, il Wwf sollecita l’Italia ad intervenire

Il problema della caccia illegale di uccelli europei a scopo alimentare che si verifica nell’Unione europea è stato sollevato durante la COM45, al meeting di Bruxelles delle agenzie governative europee che regolano il commercio di specie selvatiche nella regione.
Organizzazioni criminali uccidono uccelli selvatici nel Sudest Asiatico e nell’Europa Centrale, contrabbandandoli nel nord Italia e a Malta, dove sono vendute come prelibatezze nei ristoranti. Molte specie sono protette dalla Comunità europea e da legislazioni nazionali. Alcune sono in declino come la tortora europea (Streptopelia turtur), la quaglia comune (Coturnix coturnix) e l’ortolano (Emberiza hortulana).
La maggior parte sono uccisi