Valle d’Itria: più turisti ma per pochi giorni

279

Presentati i dati sul turismo. Prosegue il ciclo dei lavori di concertazione economico-sociale su economia e sviluppo, lavoro, formazione e welfare, governance. L’area riunisce i comuni di Monopoli (capofila), Alberobello, Castellana Grotte, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, Noci, Putignano e le Province di Bari, Brindisi e Taranto

La Valle d’Itria accoglie sempre più turisti, ma per vacanze sempre più brevi. È quanto emerso, dati alla mano, nell’incontro «Economia e sviluppo: Focus Turismo e Cultura»: svoltosi ieri pomeriggio ad Alberobello nell’ambito dei Tavoli della concertazione economico-sociale del Piano Strategico Valle d’Itria.
L’area riunisce i comuni di Monopoli (capofila), Alberobello, Castellana Grotte, Cisternino, Locorotondo, Martina Franca, Noci, Putignano e le Province di Bari, Brindisi e Taranto.
Durante l’incontro, a cui hanno partecipato l’assessore regionale al Turismo Massimo Ostilio, il soprintendente regionale per i Beni architettonici Ruggero Martines e il sindaco di Alberobello Luca Bruno, lo staff di progetto