A Milano 100 milioni di euro per lo sviluppo territoriale

223

Greenpeace commenta il rapporto della Fao «Valutazione delle Risorse Forestali Mondiali 2005»

«Si espandono le foreste nell’emisfero settentrionale, dove l’agricoltura è in regressione ma questo avviene attraverso le piantagioni forestali. Continua, infatti, la perdita di foreste primarie. Piantagioni e nuove foreste – commenta Sergio Baffoni, responsabile foreste di Greenpeace – non compensano la perdita di ecosistemi dovuta al taglio di foreste primarie».
Gli ecosistemi più fragili sono tutti in via d’estinzione, basti pensare alle foreste palustri e salmastre. Il 20% delle foreste di mangrovie è scomparso dal 1980 ad oggi: «Se avessimo avuto queste foreste – prosegue Baffoni – cuscinetto che frenano l’erosione costiera e l’impatto delle tempeste, il bilancio dello