Allarme – I tonni sono a rischio

193

A causa delle eccessive catture che superano la quota prevista del 37 per cento, più di 12.000 tonnellate. A questo si deve aggiungere che la produzione da allevamento del tonno supera le 51.000 tonnellate/anno, quasi il 60 per cento oltre quella annuale di cattura ammessa

L’estinzione commerciale del tonno rosso è appena dietro l’angolo a causa della pesca pirata. Un nuovo rapporto di Greenpeace, «Where have all the tuna gone?», sottolinea l’urgenza di misure per rafforzare le norme sulla pesca e proteggere in particolare i luoghi di riproduzione. L’Iccat (Commissione Internazionale per la Conservazione del Tonno Atlantico) ha stabilito che ogni anno non si possono pescare più di 32mila tonnellate di tonni. Il rapporto di Greenpeace dimostra che in realtà le catture superano questa quota del 37 per cento, più di 12.000 tonnellate. A questo si deve aggiungere che la produzione da allevamento del tonno