Qualità dell’aria – In Emilia Romagna aumentano le centraline

122

La rete, completamente operativa nel 2007, sarà composta da 263 analizzatori (erano 238), distribuiti in 62 stazioni (erano 88)

Si rinnova e si rafforza in Emilia-Romagna la rete di rilevamento degli inquinanti atmosferici: polveri fini, ultra fini e ozono soprattutto. La Regione Emilia-Romagna e l’Agenzia regionale prevenzione e ambiente, infatti, con un investimento pari a 4,4 milioni di euro, hanno trasformato la rete di monitoraggio e messo a punto una nuova serie di strumenti che spaziano dagli strumenti di analisi, alla modellistica revisionale; dalla comunicazione dei dati alle previsioni sugli inquinanti.
Al centro dell’attenzione, oltre alle polveri fini (PM10), le polveri ultrafini (PM2,5).

La novità arriva dall’Europa. La nuova proposta di direttiva europea, in via di definizione, prevede