Fissato il Piano triennale di attività

260

È stata definita la priorità degli accordi di programma con l’Autorità di Bacino, per le problematiche delle acque, con le Province, per le competenze ambientali ad esse attinenti, con l’Anci, per le esigenze ambientali dei Comuni pugliesi, e soprattutto con l’Assessorato alle Politiche della Salute, per la generalizzazione a tutto il territorio di tali accordi

L’Arpa comunica che ieri il Comitato di Indirizzo, per la prima volta ha approvato il piano triennale di attività della Agenzia.
Il Comitato di Indirizzo è l’organo di programmazione dell’Arpa a cui partecipano gli Assessori Regionali all’Ecologia, alle Politiche della Salute ed alle Opere Pubbliche, i Presidenti delle Province, i Sindaci dei Comuni capoluogo, il Presidente dell’Anci ed il Presidente del Comitato Regionale della Protezione Civile.
È emersa la necessità di definire una nuova organizzazione del lavoro, più efficiente, in considerazione delle elevatissime pressioni ambientali che investono la regione Puglia.
È stata definita la priorità degli accordi di programma con l’Autorità di Bacino, per le problematiche delle acque, con le Province, per le competenze ambientali ad esse attinenti, con l’Anci, per le esigenze ambientali dei Comuni pugliesi, e soprattutto con l’Assessorato alle Politiche della Salute, che sulla falsa riga degli accordi di programma già definiti con le Asl BA/3 e BAT, consenta la generalizzazione a tutto il territorio di tali accordi, in base ai quali si definisce il ruolo dell’Agenzia a tutela della salute pubblica in materia di aria, acqua, alimenti ed ambienti di vita e di lavoro.

(Fonte Arpa Puglia)