L’Agroalimentare deve puntare all’innovazione

84

L’assegnazione annua autorizzata di quote di emissione è stata fissata a 195,8 milioni di tonnellate di CO2. Nel piano italiano è del 6,3% superiore

La Commissione europea ha concluso la valutazione del piano nazionale italiano per l’assegnazione delle quote di emissione di biossido di carbonio (CO2) relative al periodo 2008-2012, nell’ambito del sistema UE di scambio delle quote di emissione (EU ETS). L’esecutivo europeo ha in termini generali accettato il piano dell’Italia, indicando tuttavia alcuni cambiamenti, il più significativo dei quali è la riduzione del quantitativo totale di quote di emissione proposto.
L’assegnazione annua autorizzata di quote di emissione è stata infatti fissata a 195,8 milioni di tonnellate di CO2. Nel piano proposto dall’Italia tale quota è del 6,3% superiore.
Commentando la decisione