Il falco pescatore in ripresa in Corsica

219

Da circa un secolo nel Tirreno non si registrano casi di nidificazione. Risultava nidificante nell’Isola di Montecristo fino alla fine del XIX secolo

Con meno di un centinaio di coppie riproduttive distribuite tra Corsica, isole Baleari, Algeria e Marocco, la popolazione mediterranea di falco pescatore costituisce una entità vulnerabile sotto il profilo conservazionistico. In Italia, la definitiva scomparsa della specie si fa risalire tra gli anni 50 e 60. La principale causa storica di estinzione della specie come nidificante è stata con ogni probabilità la persecuzione diretta.
L’area tirrenica centrale non fa eccezione: da circa un secolo non registra eventi di nidificazione di questo splendido rapace. Il falco pescatore risultava nidificante nell’Isola di Montecristo fino perlomeno alla fine del XIX secolo. Dopodiché