Ogm – L’Europa decide cosa dobbiamo mangiare

92

Denuncia di Greenpeace dopo la decisione del Consiglio di permettere la contaminazione dei prodotti biologici con Ogm fino allo 0,9 per cento

«Il Consiglio dell’agricoltura UE ha messo in discussione il diritto dei consumatori europei a consumare alimenti privi di Ogm», così Federica Ferrario, responsabile campagna Ogm di Greenpeace, commenta la decisione del Consiglio di permettere la contaminazione dei prodotti biologici con Ogm fino allo 0,9 per cento.
«Come dimostra il successo dell’agricoltura biologica ? continua Ferrario ? i consumatori cercano sempre più alimenti sicuri e di qualità, senza Ogm. L’atteggiamento permissivo verso la contaminazione assunto dalla Commissione Europea e da alcuni Stati membri ignora, invece, le richieste dei consumatori europei. Rischia inoltre di mettere a repentaglio l’intero settore del biologico: