Spadare – Sequestrate 60 km di reti

231

Operazione della Guardia Costiera nel basso Tirreno e nel Mar Ionio: verbali a 10 motopesca. Plauso del Wwf per il faticoso impegno delle forze dell’ordine

Nelle ultime 48 ore un operazione ad ampio raggio, svolta nel basso Tirreno e nel Mar Ionio, con l’impiego di mezzi aereo-navali della Guardia Costiera, ha portato al sequestro di circa 60 chilometri di reti in mare. Nel corso dell’attività sono stati verbalizzati 10 motopesca intenti a pescare mediante l’uso di reti da pesca «derivanti», tipo di pesca che è proibito.
«Il sequestro di altri 60 chilometri di reti spadare da parte della Guardia Costiera dimostra l’enorme fatica che le forze dell’ordine, ancora oggi, devono fare per contrastare l’illegalità, ma questa condizione è frutto di ambiguità e tolleranze delle istituzioni