Parco d’Abruzzo – Continua a «sgonfiarsi» il caso Tassi

302

Cadono, una dopo l’altra, tutte le accuse. Questa ennesima vittoria giudiziaria dello storico presidente del parco, è sicuramente una delle più importanti perché getta piena luce su molte delle false accuse da cui venne sommerso mentre era ammalato

È stata pubblicata nei giorni scorsi la Sentenza definitiva d’Appello (n. 167/2007/4 della Corte dei Conti), riguardante gli addebiti mossi oltre cinque anni fa dai responsabili dell’Ente Parco, e dello stesso Ministero dell’Ambiente, a carico del Direttore storico del Parco Nazionale d’Abruzzo Professor Franco Tassi (13 gravi accuse, corrispondenti nel 2003 ad una ammenda di oltre 900.000 ?).
Dopo approfonditi accertamenti, la Sentenza segna un ulteriore, fondamentale «giro di boa» nella lunga navigazione verso la verità e la giustizia, in quello che è ormai noto come «il giallo del Parco»: perché spazza via molte delle falsità e delle calunnie