Elettrosmog – Sotto controllo le antenne di Soverato

158

Per conoscere se i valori siano superiori a quelli consentiti dalla legislazione nazionale

Un dettagliato monitoraggio dei campi elettromagnetici emessi dalle antenne di via Trento e Trieste, nel comune di Soverato (Catanzaro), per conoscere se i valori siano superiori a quelli consentiti dalla legislazione nazionale.
È quanto anticipato dal Commissario dell’Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria (Arpacal), dott. Domenico Lemma, al consigliere comunale di Soverato, Antonello Gagliardi, nel corso di un incontro che si è tenuto questa mattina nei locali della sede centrale dell’Agenzia ambientale calabrese.
A seguito delle segnalazioni del consigliere Gagliardi, infatti, il Commissario Lemma ha voluto conoscere nei dettagli la natura del problema, anche al fine di pianificare un’azione concreta dei tecnici del Dipartimento provinciale Arpacal di Catanzaro nella cittadina jonica.
L’agenzia ambientale calabrese installerà centraline dotate di sensori a larga banda capaci di captare l’intensità totale del campo elettromagnetico dovuta a tutte le possibili sorgenti. La legislazione nazionale, infatti, prescrive un limite massimo rilevato in un determinato punto, considerando tutte le emissioni provenienti da diverse fonti.
«Non sottovalutiamo alcun elemento di indagine ? ha dichiarato Lemma ? ma sarebbe opportuno incrociare i risultati che acquisiremo, con i dati epidemiologici che sono eventualmente a disposizione del Comune».

(Fonte Arpacal)