Danno ambientale – La Commissione europea mette in mora l’Italia

35

Il Wwf chiede al governo l’immediato recepimento della direttiva europea

La Commissione europea, accogliendo una denuncia del Wwf Italia, ha inviato una «lettera di messa in mora» all’Italia per «essere venuta meno agli obblighi» di applicazione dell’importantissima Direttiva europea sulla responsabilità ambientale in materia di prevenzione e riparazione del danno ambientale» (Direttiva 21 aprile 2004, n. 2004/35), avendola recepita in maniera distorta con il Decreto legislativo 152/2006 (Riordino della normativa ambientale).

La Direttiva n. 2004/35 è la più importante legge europea per l’applicazione del principio «chi inquina paga»: un obbligo per tutti gli stati membri dell’Unione europea di garantire che, nel caso di gravi danni ambientali (inquinamenti industriali e