L’Antartide a Trieste

72

Dal 10 settembre aperta al pubblico la nuova sede espositiva

Si inaugura il 10 settembre 2004 alla presenza di Paola De Paoli, presidente dell’Unione Giornalisti Italiani Scientifici, la sezione espositiva di Trieste del Museo Nazionale dell’Antartide dedicata alla storia dell’esplorazione.
Il Museo è una struttura espositiva voluta dal Governo italiano che si articola anche nelle sedi di Genova, già operativa e indirizzata alla biologia antartica, e Siena con compiti orientati allo studio delle rocce antartiche.
La sede triestina, che si sviluppa su una superficie di 800 metri quadrati, si suddivide in tre settori principali; il primo è dedicato alla storiografia dell’Antartide e presenta alcune preziosissime carte storiche originali.
Il secondo settore narra la storia dell’esplorazione dell’Antartide, con particolare riferimento ai tre pionieri di quella che fu una delle più aspre e difficili conquiste terrestri dell’uomo: Scott, Shackleton e Amundsen.
L’ultimo settore si occupa delle spedizioni italiane, a partire dagli inizi del ?900 fino alle ultime organizzate dal Progetto Nazionale delle Ricerche in Antartide.
Il Museo, il cui allestimento e gestione sono curati da Globo divulgazione scientifica, è aperto ogni giorno tranne martedì, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Visite guidate alle 9,00 – 10,30 ? 11,45 ? 15,30 ? 17,30.
Il costo del biglietto è 5 euro per gli interi, 4 euro per i ridotti. Per le scuole il prezzo è 3 euro, gli insegnanti entrano gratuitamente.
Il costo delle visite guidate è compreso nel biglietto.

Per informazioni e visite guidate: 040-3755565 – info@globo.trieste.it

Fonte: Museo Nazionale dell’Antartide