La tutela dell’ambiente per la salute dei cittadini

74

La conferenza, organizzata da Arpa Umbria e AUSL 2, si è svolta venerdì 4 giugno a Perugia presso Villa Capitini alle ore 9,15

Il Piano Sanitario Regionale 2003-2005 prevede, per la tutela della salute pubblica dagli inquinamenti di carattere ambientale, lo sviluppo delle integrazioni tra i Servizi sanitari regionali e l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale.
In tale ambito, più specificatamente, i Servizi sanitari dovranno garantire i livelli essenziali di assistenza valutando gli effetti sulla salute da inquinamenti riguardanti l’aria, il rumore, i rifiuti e le acque superficiali e sotterranee.
Sin dalla fase di partecipazione in Consiglio Regionale del Piano in oggetto, la Direzione Regionale Sanità ha avviato un tavolo tecnico tra i Dipartimenti di prevenzione delle Aziende USL e l’ARPA, per definire le procedure di raccordo in materia di programmazione delle attività di monitoraggio ambientale, le valutazioni periodiche dei risultati conseguiti, nonché le modalità operative per lo scambio di dati ambientali acquisiti da ARPA sulle matrici acqua, aria, rifiuti e rumore.
Il protocollo operativo tra ARPA e le Aziende USL scaturito dagli incontri di cui sopra e approvato dalla Giunta Regionale nel febbraio 2004, prevede anche che vengano realizzate periodicamente conferenze locali su problematiche concernenti ambiente e salute con l’obiettivo di comunicare alla popolazione i dati ambientali provenienti dalle attività di ARPA ed eventuali evidenze di carattere epidemiologico.
Quella odierna è la Prima conferenza ambiente e salute tra il Dipartimento Provinciale di Perugia di ARPA e il Dipartimento Prevenzione dell’Azienda ASL n. 2 del Perugino.