Medsun 2007: informazione e consapevolezza dell’esposizione al sole

101

È giunto ormai alla fase 2 di consolidamento dei servizi a livello europeo, il progetto Esa Gsepromote (PROtocol MOniToring for the Gse on the atmosphere) per quanto riguarda realizzazione di un sistema di monitoraggio e informazione su larga scala di facile utilizzo, per supportare le decisioni in tema di politiche dell’atmosfera riguardo lo svuotamento dell’ozono stratosferico, l’esposizione agli
Uv, la qualità dell’aria e i cambiamenti climatici

Dopo aver partecipato alla messa punto del servizio di informazione Medsun, finalizzato all’esposizione consapevole della popolazione al sole, validando i dati elaborati da immagini satellitari con misure di irradianza a terra, Arpat parteciperà fino al 2009 anche alla fase 2 del progetto Promote insieme a istituti di ricerca e agenzie ambientali europee coordinati dal centro aerospaziale tedesco Dlr.
All’interno del progetto con la collaborazione del Comune
di Pisa, l’Associazione Contro il Melanoma, Arpat, Esa, FlyBy srl, la sezione pisana dell’Associazione per la Lotta Contro i Tumori e gli stabilimenti balneari della Provincia di Pisa è stato attivato fino al 31 agosto il servizio di fotoprotezione
e informazione ai cittadini e turisti Medsun 2007, che permette agli utenti di conoscere sia via web che sms, in base al proprio fototipo, il tempo sicuro di esposizione al sole e il fattore di protezione (Spf) più idoneo su tutto il
territorio toscano e permette di archiviare i dati storici
di UV index.
Venerdì 22 giugno scorso si è svolta, presso la Sala Stampa
?C.Baldassarri? del Comune di Pisa, la conferenza stampa
per la presentazione del servizio Medsun e delle attività
dell’Associazione Contro il Melanoma per l’estate.
L’incidenza del melanoma è in aumento, tanto che nel
2020 si prevede che ne potrà essere affetta una persona ogni 50. É una malattia guaribile, se diagnosticata in fase iniziale e può essere prevenuta dal 64 al 90% dei casi, evitando l’esposizione al sole nelle ore centrali della giornata,
soprattutto nei primi anni di vita. Negli Stati Uniti,
dove le campagne di educazione sono in atto da decenni,
si sta assistendo a una graduale flessione (-1.5%) delle curve di mortalità per melanoma. Più della metà dell’esposizione solare dell’intera vita di una persona avviene durante l’infanzia e l’adolescenza, poiché ci sono più opportunità e più tempo a disposizione in quei periodi della vita. Le persone
con una storia di uno o più episodi di eritema solare
con vescicole durante l’infanzia e l’adolescenza hanno un rischio doppio di sviluppare un melanoma rispetto alle persone che non hanno avuto quell’esperienza.
Alcuni studi indicano che la protezione dall’esposizione ai raggi UV durante l’infanzia e l’adolescenza, riduce il rischio di tumori cutanei nell’età adulta.
Una corretta informazione sulle modalità di esposizione al sole in sicurezza, unita a visite dermatologiche accurate con l’ausilio del videodermatoscopio, sono stati i cardini per
effettuare una diagnosi precoce e quindi portare a una riduzione della mortalità legata alla malattia in diversi
Paesi europei e in Australia dove l’incidenza di melanoma è
doppia rispetto a quella osservata in Italia (8-10/100.000).
L’Associazione Contro il Melanoma, nata 3 anni fa per volere del compianto Prof. Giorgio Bronzetti, ha a disposizione medici dermatologi volontari e un videodermatoscopio
digitale portatile, che può essere trasportato su un mezzo idoneo per effettuare visite di prevenzione a tutti i cittadini che ne facciano richiesta anche avvicinandosi a essi in luoghi come le spiagge o i luoghi di lavoro in modo da aumentare
la consapevolezza della problematica nell’ambito della popolazione e far crescere l’interesse per la protezione di un organo, la pelle, importante quanto altri. Tra gli scopi dell’Associazione Contro il Melanoma c’è anche quello di informare i bambini sui pericoli che derivano da una incauta esposizione al sole e informare la popolazione sulle corrette misure di prevenzione nonché l’organizzazione di corsi di
aggiornamento sul tema del melanoma diretti agli operatori sanitari. L’obiettivo è quello di anticipare la diagnosi di melanoma e ridurre la mortalità dovuta a diagnosi tardive.
Il ruolo di Arpat
La prima fase del progetto Promote, da giugno
2004 a gennaio 2006, ha visto l’avvio di ben 32 servizi
prototipali su scala europea dedicati all’utilizzo di dati satellitari su vasta scala per il monitoraggio dei livelli di gas serra e di ozono, della qualità dell’aria e della radiazione Uv.
Nel corso della fase 1 Arpat, oltre che utilizzatore finale del servizio erogato da FlyBy srl, testandone la validità sul piano scientifico, ha fornito supporto per la calibrazione dello spettroradiometro impiegato per la validazione dei dati UV a terra e implementando campagne di misura dell’albedo di diverse superficie presenti negli ambienti oggetto di monitoraggio.
Il sistema validato da Arpat permette di aggiornare
ogni 15 minuti le mappe di indice Uv della Toscana
ricavate dall’elaborazione di dati satellitari
«correggendo» i valori a terra in base alla quantità di
radiazione riflessa dalle diverse tipologie di superficie.
Ad esempio se l’ipotetico utente prenderà il sole
su una spiaggia di sabbia scura riceverà anche il
contributo dei raggi riflessi dalla sabbia per un incremento
di circa il 10%, se invece si trovasse in mare aperto il contributo dei raggi riflessi aumenterebbe portandosi a circa il 25% (riflessione diretta).
Gli incoraggianti risultati avuto nello scorso anno in
termini di registrazioni e consultazioni del sito web
hanno portato Arpat ad aderire all’iniziativa, che
oltre ad un indubbio interesse scientifico e ambientale,
è importante a motivo della stretta correlazione
tra ambiente e salute e della necessaria informazione
al cittadino per la diffusione di buone pratiche.

Medsun è raggiungibile all’indirizzo web www.medsun.it, dopo l’iscrizione gratuita è possibile
usufruire anche del servizio Sms su tutto il territorio toscano. Medsun proseguirà fino al 31/08/2007.
La prevenzione in estate, gli appuntamenti dell’Associazione Italiana Contro il Melanoma
Sono previste visite gratuite di prevenzione effettuate
da dermatologi e chirurghi plastici volontari dell’-
associazione presso:
? Bagno Marco Polo, Marina di Pisa, venerdì 6
luglio dalle 16 alle 18;
? Bagno Primavera, Marina di Pisa, venerdì 13
luglio dalle 16 alle 18;
? Bagno Lido, Marina di Pisa, venerdì 20 luglio
dalle 16 alle 18;
? Bagno La Perla, Tirrenia, venerdì 27 luglio dalle
16 alle 18;
? Bagno Mary, Tirrenia, venerdì 3 agosto dalle 16
alle 18;
? Bagno Alma, Tirrenia, venerdì 10 agosto dalle
16 alle 18.
Per contattare l’Associazione Italiana Contro il
Melanoma
Associazione Italiana Contro il Melanoma c/o Unità Operativa di Oncologia Medica Azienda Ospedaliera e Universitaria Pisana Ospedale Santa Chiara – Via Roma 67 ? 56126 Pisa
cell. 338 1595306 fax. 050 992070