Sull’altare della produzione immoliamo la qualità della vita

94

Dalla Cina al Guatemala storie simili di sfruttamento e degrado della dignità umana

Lo scandalo dei giocattoli sequestrati, appartenenti al gruppo Mattel, per la presenza di gravi anomalie dei prodotti, ci riconduce ad un nodo fondamentale della nostra esistenza: difatti il problema in questo caso non è tanto la Cina che riesce ad aggirare durante il processo produttivo, con escamotage, le leggi sulla tutela della salute del consumatore, ma è l’incapacità sostanziale da parte dell’umanità tutta di trovare un modo equo e sostenibile di produrre ricchezza e di sapersi ritagliare il proprio livello qualitativo di vita, di benessere individuale e poi sociale; è quindi l’impossibilità dell’uomo attuale di far la pace con la