Via libera al marchio di qualità del Parco Gran Sasso

141

Riconosciuto ancora una volta il ruolo delle aree protette nella promozione delle specificità territoriali

Federparchi-Europarc Italia esprime grande soddisfazione per la decisione dell’Ufficio per l’armonizzazione del mercato interno della Comunità europea (Uami), che ha autorizzato il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga all’utilizzo del marchio geografico collettivo registrato dall’area protetta nel 2006. L’uso del marchio, destinato ai prodotti agroalimentari ottenuti con materie prime provenienti dall’area protetta oppure trasformati impiegando metodi tradizionali, era stato bloccato in seguito ad un ricorso presentato da una multinazionale spagnola che possiede le etichette di molti oli italiani.

Una opposizione ricusata in pieno dallo Uami, che ha stabilito «l’inesistenza e l’inapplicabilità di alcun criterio di confusione