E nei centri storici arrivano i robot spazzini

60

Al momento, la rete di robot sviluppati sarà installata in cinque diverse città europee: Massa, Pontedera, Peccioli, Bilbao in Spagna e Örebro in Svezia

Il progetto europeo DustBot (Networked and Cooperating Robots for Urban Hygiene), avviato due anni fa e cofinanziato nell’ambito del Sesto Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico, realizzerà, grazie all’impiego di una rete di piccoli robot autonomi, una nuova piattaforma tecnologica per l’ottimizzazione della gestione dei rifiuti e il miglioramento dell’igiene ambientale nelle città.
Il progetto, coordinato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è stato selezionato fra le 123 proposte presentate ed è in undicesima posizione fra le 20 migliori proposte ritenute idonee al finanziamento. Il progetto DustBot vede coinvolte nove partner europei di cinque nazioni (Inghilterra, Italia, Spagna, Svezia,