Al via la prima edizione del Sila festival

77

Debutta il Sila Festival, la tre giorni di cinema interamente dedicata all’ambiente e all’attaccamento alla terra natale

Teatro della prima edizione di questa Mostra di Cinema Ecoambientale e della Terra d’Origine, ideata dal cav. Raffaele Alberto e diretta dal regista calabrese Massimo Ivan Falsetta, il Villaggio Mancuso di Taverna (Catanzaro), nella Presila catanzarese. Un weekend che prelude all’estate in cui godersi gli oltre 50 film in concorso, provenienti da tutto il mondo, e il paesaggio mozzafiato che ospiterà il festival.

 Ancora una volta il cinema si fa portavoce delle tematiche legate all’ambiente e alla migrazione in un contesto, quale quello calabrese, molto rappresentativo. Una terra lacerata, simbolo del dolore per la partenza e del desiderio di ritorno.

 Diverse le forme di espressione cinematografica in concorso, dal cortometraggio al documentario al lungo, accomunate da un solo comun denominatore: mettere in scena il delicato rapporto tra uomo, ambiente e territorio d’appartenenza.

 La giuria, presieduta dallo sceneggiatore Gualtiero Rosella, premierà le opere meritevoli con riconoscimenti in denaro e la targa Lupo d’oro. Mimmo Calopresti, Franco Nero, Raoul Bova, Dante Maffia e tanti altri ospiti d’eccezione renderanno speciale l’esordio del Sila Festival.