X Nature (Bestiari del terzo millennio)

345
film festival cine

Proiettato all’interno della sezione Panorama il cortometraggio X Nature (Bestiari del terzo millennio) di Stefano Di Lauro

Il comportamento disinteressato e sfacciato dell’uomo è stato in grado di indurre alcune specie animali a mutare le proprie abitudini. Basti osservare i gabbiani, maestosi uccelli che oggi hanno fatto delle discariche il loro habitat, nutrendosi di rifiuti o addirittura di prodotti industriali.

È proprio la storia dei gabbiani al centro di X Nature (Bestiari del terzo millennio). Il protagonista, un giovane conduttore televisivo, durante gli 8 minuti del film, fornisce ai telespettatori una visione molto distorta, a tratti demenziale, degli squilibri dell’ecosistema.

Un cortometraggio nato quasi per caso, risultato dell’impegno dell’Abap (Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi). In chiave grottesca e divertente, il film mostra come siano cambiate le abitudini dei gabbiani, che oggi riescono addirittura a vivere stabilmente in città lontane dal mare, in un mondo completamente diverso da quello originario.

Attraverso un linguaggio fresco ed innovativo, il film affronta temi scottanti come la biodiversità e l’inquinamento, ironizzando sull’incapacità dell’uomo moderno di cogliere i segnali che la natura ci lancia costantemente. Con sarcasmo e ironia, la storia mette in evidenza l’imparzialità e l’incredibile potenza dei mass media, che ogni giorno ci forniscono versioni edulcorate, quasi politically correct, su quanto sta accadendo al nostro pianeta.

Un vero successo per l’Abap che, a fronte di un investimento economico minimo, è riuscita a creare, attraverso l’opera cinematografica, un importante momento di riflessione. La partecipazione a Cinemambiente, inoltre, gratifica tutti degli sforzi che, da oltre 10 anni, l’associazione compie per divulgare una cultura dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente, attraverso dibattiti, mostre, convegni e corsi di formazione sull’argomento.