Fra consumi di massa e riflessione-azione responsabile

369

È evidente che, prima di immaginare qualsiasi percorso di cambiamento, dovremmo interrompere ogni forma di continuità con le catene dei meccanismi del consenso acritico che direttamente o indirettamente sono sempre in agguato e pronte a coinvolgerci emotivamente (o consapevolmente sotto la spinta d'interessi coltivati in solitudine) e a farci ricadere nelle logiche compulsive dei consumi […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.