«Un bosco per Kyoto» al sindaco Zengerle

96

È il primo cittadino del comune più ecologico del mondo. Con la caratteristica volontà teutonica, oggi Wildpoldsried produce tanta di quella energia da fonti rinnovabili (circa il 321% in più relativamente alle esigenze del paese), da poterla esportare anche negli altri paesi limitrofi

Arno Zengerle, è un nome ormai arcinoto nel mondo dell’ambientalismo internazionale. Arno Zengerle già nel 1997 comprese che non a parole ma nei fatti era necessario trovare una soluzione seria contro l’energia elettrica e calorica prodotta dal petrolio e dal nucleare. Quindi ipotizzò di dare autonomia energetica al suo paesino di neppure 3.000 anime e di abbracciare in pieno quello che allora era un’utopia, «la Smart Grid», ossia l’energia intelligente, un sistema di produzione energetica da fonti rinnovabili non proveniente dall’esterno, ma rigorosamente realizzato in casa.
Detto fatto, con la caratteristica volontà teutonica, oggi Wildpoldsried produce tanta di quella energia da fonti rinnovabili (circa il 321% in più relativamente alle esigenze del paese), da poterla esportare anche negli altri paesi limitrofi. Ma oltre a ciò tutta la vita del paese in 15 anni si è sviluppata intorno al rispetto dell’ambiente. Oggi troviamo in questo splendido paesino delle campagne bavaresi, abitazioni riadattate o costruite con tecniche innovative per il risparmio energetico e l’ecosostenibilità, sistemi efficienti per il trattamento dei rifiuti e in particolare delle acque reflue che dopo un opportuna depurazione sono anch’esse in grado di fornire energia. Non solo, ma oltre ad essere completamente autosufficiente energeticamente ed ecologicamente all’avanguardia, Wildpoldsried ha consentito a molti giovani di trovare lavoro nelle aziende locali; aziende che producono pale eoliche, sistemi elettronici per l’efficienza energetica, ecc.

Ebbene Accademia Kronos ha sentito la necessità di dare a questa virtuosa comunità l’ambito premio internazionale «Un Bosco per Kyoto», giunto alla sua settima edizione, e che si celebrerà il 20 gennaio prossimo al Campidoglio di Roma.
Il sindaco tedesco ha accettato l’invito a venire qualche giorno prima in Italia per parlare con i sindaci della Tuscia e spiegare loro come realizzare le famose Smart Grid. Così Arno Zengerle e due suoi assistenti, uno esperto in applicazioni delle energie rinnovabili ed un altro facente parte dell’organizzazione del turismo responsabile, il 18 di questo mese verranno in Italia.
Per il giorno 19 il sindaco Zengerle vorrebbe incontrare la stampa e i sindaci della Tuscia per una conferenza relativa all’esperienza di Wildpoldsried. Oltre a ciò lo scopo di Accademia Kronos è anche quello di un rilancio internazionale del turismo della Tuscia. I dirigenti di Accademia Kronos riconoscono che il turista tedesco sa apprezzare l’arte, la storia e la natura italiana, ma non conosce molto la Tuscia, un’opportunità quindi di limitare questa lacuna. Tuttavia Accademia Kronos invita le autorità del viterbese, al fine di non compromettere il turismo futuro internazionale, a vietare da subito l’uso di prodotti tossici nei noccioleti del lago di Vico che, come tutti sanno, ne sta compromettendo gravemente la salute. Accademia Kronos è fiduciosa che persone ben pensanti e, in particolare, i sindaci virtuosi come quello di Corchiano parteciperanno all’incontro con i tedeschi.

(Fonte Accademia Kronos)