Talco con sostanze cancerogene

170

Il provvedimento, spiega la Protezione Animali, è scattato dopo che le autorità locali hanno verificato la presenza di sostanze cancerogene in ben 15 lotti di talco per bambini. Secondo quanto emerso dalle analisi sul prodotto, il talco era stato sterilizzato con l’ossido di etilene, un composto irritante e altamente pericoloso perché favorisce l’insorgenza di tumori

Controlli sui prodotti della Johnson & Johnson, stop alla loro commercializzazione e ritiro della licenza nel caso in cui risultasse la presenza di sostanze pericolose per la salute. È quanto ha chiesto l’Ente nazionale protezione animali al ministero della Salute e ai Nas, in seguito alla notizia che la licenza della multinazionale, già contestata dal movimento animalista per la sua massiccia attività di sperimentazione sugli animali, è stata sospesa dalle autorità dello Stato indiano del Maharashtra.
Il provvedimento, spiega la Protezione Animali, è scattato dopo che le autorità locali hanno verificato la presenza di sostanze cancerogene in ben 15 lotti di talco per bambini. Secondo quanto emerso dalle analisi sul prodotto, il talco era stato sterilizzato con l’ossido di etilene, un composto irritante e altamente pericoloso perché favorisce l’insorgenza di tumori.
«Alla luce di queste evidenze – dichiara l’Enpa – chiediamo che il ministero della Salute predisponga immediatamente controlli accurati su tali prodotti anche nel nostro Paese e che, ancor più perché trattasi di prodotti destinati ai bambini, qualora dovessero essere trovate sostanze pericolose per la salute, provveda adeguatamente al ritiro dal commercio. È comunque un’ottima regola non acquistare prodotti delle multinazionali che effettuano da sempre l’inutile quanto barbara sperimentazione sugli animali e prediligere invece le ditte che da sempre hanno scelto di coniugare la qualità dei loro prodotti all’etica e al rispetto delle persone, degli animali e dell’ambiente».