Un prototipo per migliorare efficienza, qualità e distribuzione del metano

234

Il sistema di controllo così realizzato permetterà di incrementare la qualità del servizio e l’efficienza energetica del sistema di distribuzione. Le «Smart Energy Grids» o reti intelligenti per l’energia (gas, corrente elettrica), non sono più tecnologie di eccellenza sviluppate nelle Università e nei centri di ricerca, ma stanno rapidamente diventando una tangibile realtà industriale

Le «Smart Energy Grids» o reti intelligenti per l’energia (gas, corrente elettrica), non sono più tecnologie di eccellenza sviluppate nelle Università e nei centri di ricerca, ma stanno rapidamente diventando una tangibile realtà industriale, in grado di accompagnare il cambiamento della domanda di energia del nostro Paese e contribuire significativamente alla riduzione dei consumi, nonché all’incremento dell’efficienza energetica.
Nel 2012 le tecnologie per le reti intelligenti hanno registrato un incremento di investimenti del 7% (per un valore di circa 14 miliardi di euro) su scala globale (fonte Bloomberg New Energy Finance). L’Italia, grazie a cospicui investimenti, è all’avanguardia nel settore dello smart metering (contatori di energia intelligenti) e per questo mostra ottime possibilità di sviluppo sulle altre filiere del settore.

Il Politecnico di Bari mediante il Dipartimento Elettronica e Elettrotecnica, responsabile del progetto strategico finanziato dalla Regione Puglia dal titolo: «Smart grids: Tecnologie avanzate per i servizi pubblici e l’energia» (valore totale di 1.133.700,00 euro), ha sviluppato la tematica in collaborazione con Amgas–Bari; Amet Spa – Trani; «1200 Elettronica» Srl – Cellamare (Ba).
A conclusione del progetto di studio (aprile 2009 – giugno 2013) il Politecnico ha inteso organizzare una apposita giornata di studio con lo scopo di diffondere alcuni risultati ottenuti nei propri laboratori e che ha visto come banco di prova dei prodotti di ricerca due aziende operanti nel territorio pugliese: Amgas Spa, distributore di gas naturale per la città di Bari e Amet Spa, distributore elettrico nell’area di Trani.
La discussione si avvarrà del contributo scientifico derivante dai risultati ottenuti nell’ambito del Progetto di Rilevante interesse nazionale del Miur «Reti elettriche duttili per la sicurezza del sistema elettrico italiano».
Inoltre, tra i prodotti di ricerca che il Politecnico di Bari consegnerà ad Amgas Spa, vi è un prototipo di sistema di telecontrollo che permetterà, in tempo reale, il monitoraggio e controllo del regime delle pressioni e delle portate del gas in tutti i nodi della rete. Il progetto ha permesso la realizzazione del software per la gestione della rete nel suo complesso ma anche l’installazione di sensori sui tre punti più periferici e, quindi, più critici della rete che sono Loseto, San Pio e Torre a mare. Il sistema di controllo così realizzato permetterà di incrementare la qualità del servizio e l’efficienza energetica del sistema di distribuzione. Il funzionamento in real-time del nuovo sistema di telecontrollo verrà mostrato durante la Giornata di studio in programma venerdì, 14 giugno, alle 9,30, aula Magna «Attilio Alto» (campus universitario).

«La Giornata di Studio “Le reti intelligenti: tecnologia abilitante per la generazione distribuita, l’efficienza energetica e i servizi ai consumatori” – dice il responsabile scientifico del Progetto strategico, prof. Massimo La Scala, ordinario di “Sistemi Elettrici per l’Energia” presso il Politecnico di Bari – vuole anche essere una opportunità volta a riflettere sulle nuove frontiere delle Smart Energy Grids quale tecnologia abilitante fondamentale per una gestione più efficiente e sostenibile della domanda energetica e per la creazione di nuovi servizi per i consumatori. La discussione è orientata a individuare le potenzialità che questa tecnologia può mettere al servizio del sistema industriale italiano, i possibili sistemi di promozione ed incentivazione del settore, le eventuali barriere che, eventualmente, ne possono ostacolare la diffusione».