La missione delle Agenzie di Garanzia Qualità

100

Nel paragrafo 3.5 degli standard ESG si richiede che le Agenzie di Garanzia di Qualità devono stabilire obiettivi chiari e espliciti per il loro lavoro. Le stesse linee guida richiedono che gli obiettivi vengano descritti chiaramente in modo che vi sia chiarezza puntuale anche fra le attribuzioni di lavoro delle Agenzie rispetto ai propri «stakeholder» (parti interessate) e rispetto al lavoro che deve essere eseguito dalle Università e dagli Istituti di istruzione superiore. Inoltre deve apparire chiaro che, nel contesto culturale e storico relativo, le agenzie svolgono il lavoro di esecuzione dei processi di qualità esterni come la attività prioritaria e primaria in modo sistematico e sistemico. Normalmente, questo tipo di approccio viene documentato nel Manuale del Sistema di Garanzia di Qualità o in altri documenti del tipo «Handbook». Coerentemente, in tali documenti viene chiarita la suddivisione di lavoro di esecuzione di procedure di processo di qualità fra le Agenzie, le Università e gli Istituti di istruzione superiore. Queste informazioni vengono normalmente rese pubbliche con, al minimo, i seguenti dati:

1. La composizione del Comitato di valutazione della garanzia qualità.
2. I rapporti delle attività.
3. Le linee guida per la valutazione.
4. I rapporti di autovalutazione e di valutazione esterna.
5. La politica di qualità.
6. I rapporti sul mercato del lavoro specifico ed appropriato.
7. I rapporti di valutazione globale annuale sulla garanzia di qualità delle Università e degli Istituti di istruzione superiore.
8. Il codice etico adottato.
9. Le procedure di processo.
10. Gli standard e le linee guida per la valutazione e gli accreditamenti.
11. Il Sistema di Gestione per la Qualità.
12. I rapporti annuali.
13. Il Manuale di formazione e addestramento del Gruppo di Valutazione esterno (Peer Review Team).
14. Altri rapporti ecc.