Settimana da dimenticare e la prossima…

184
foto di A. Perrini

Per il prossimo week end prevarrà quasi ovunque la variabilità. Qualche nube e pioggia sul settore nord orientale della penisola. Sole diffuso al sud e sulle isole maggiori

Una settimana da dimenticare soprattutto sulle regioni nord orientali e su quelle del medio e alto Adriatico. Tra la metà e la fine della settimana una serie di eventi meteo estremi hanno causato 2 vittime, decine di feriti gravi e danni alle cose. Son tornati, nelle stesse aree colpite lo scorso anno, tornado tra le province di Modena e Bologna, mentre nelle Marche vere e proprie «bombe d’acqua», in particolare tra Ancona e Senigallia, hanno fatto straripare tutti i corsi d’acqua, allagando paesi e campagne e causando 2 vittime. Sulle Alpi è nevicato anche a quote basse, neve collinare anche sull’Appennino settentrionale. Ovviamente le temperature tra sabato e domenica sono scese sotto la media stagionale al centro e al nord. Tempo impazzito? No! È quello che da tempo dicevamo noi in queste pagine e cioè che i cambiamenti climatici, i fenomeni meteo estremi e le relative anomalie non sono solo «fantasie» di climatologi e studiosi del clima, ma realtà che presto diventeranno routine. Ma ora vediamo cosa ci accadrà nella settimana entrante.

Le previsioni

Passata la violenta perturbazione che sul settore nord orientale e sulle regioni adriatiche ha portato danni e lutti, ora si paventano finalmente giornate più tranquille. Tuttavia la coda di quest’ultima malefica perturbazione, fino al primo pomeriggio di lunedì, interesserà ancora parte della Calabria e della Sicilia orientale. Su tutte le altre regioni variabile sereno, con temperature in lieve aumento. I mari saranno da poco mossi a localmente mossi. Martedì inizialmente sereno un po’ ovunque, tuttavia nell’arco della giornata i cieli cominceranno a coprirsi iniziando dalle regioni nord occidentali per poi interessare anche il centro. Per mercoledì peggioramento del tempo al nord in particolare su parte dell’arco alpino. Tornano le piogge e qualche temporale durante la giornata su parte della Lombardia e del Triveneto. Variabile sereno su tutte le altre regioni italiane. Le temperature tornano sui valori stagionali. I mari restano generalmente da poco mossi a mossi.
Per giovedì tempo gradevole al Centro e sulle regioni nord occidentali, cielo a tratti coperto con qualche pioggia invece nelle zone a ridosso delle Alpi orientali. Più a Sud possibili piogge nelle zone più interne della Campania, Molise e Basilicata. Temperature sempre nella media stagionale. Mari con tendenza ad essere da poco mossi a calmi soprattutto al Sud. Nuovo rischio sbarchi. Venerdì è previsto bel tempo quasi ovunque il mattino, variabile al pomeriggio con accentuazione della nuvolosità e qualche pioggia su Liguria e Piemonte.
Per il prossimo week end prevarrà quasi ovunque la variabilità. Qualche nube e pioggia sul settore nord orientale della penisola. Sole diffuso al sud e sulle isole maggiori. I mari tenderanno tutti ad essere poco mossi, ad eccezione di quelli dell’Adriatico settentrionale. Le temperature massime tra i 18 e i 24 gradi.