Satelliti e agricoltura di precisione

178
foto di Pina Catino

Telespazio, insieme ad altri partner, opera con il Mipaaf e l’Agea per la gestione e il controllo dell’impiego degli aiuti comunitari destinati ogni anno a più di 1.200.000 aziende agricole italiane. Il telerilevamento satellitare e aereo, l’uso di sistemi informatici come i Gis, i sistemi di geo-localizzazione per la tracciabilità dei prodotti e la sensoristica, costituiscono gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione del settore agricolo per aumentare efficienza e creare sviluppo sostenibile

Obiettivo: la realizzazione del primo Piano nazionale per lo sviluppo dell’agricoltura di precisione.
È quanto espresso dal ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Maurizio Martina, ad Expo Milano 2015. Un obiettivo da perseguire unendo le competenze di enti e istituzioni pubbliche con le migliori esperienze private del settore.
Questi temi sono stati al centro del convegno «Agricoltura oggi: i servizi e i sistemi di information technology/l’agricoltura di precisione», che si è tenuto a Expo Milano 2015, promosso dal ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf) con Finmeccanica, Microsoft, Cnh Industrial, Enama e Crea.
«Sono convinto che l’Italia possa diventare leader in Europa nell’utilizzo di tecnologie e innovazioni in grado di rendere più efficienti le pratiche agricole, puntando sulla sostenibilità ambientale e aumentando la competitività delle nostre imprese», ha detto Martina.
Finmeccanica, protagonista nelle tecnologie per l’aerospazio, difesa e sicurezza, è in prima fila nella realizzazione di prodotti e servizi in grado di rispondere alle sfide associate allo sviluppo sostenibile anche del settore agricolo. Finmeccanica-Telespazio, attiva da oltre trent’anni nel settore dell’osservazione della Terra e nei servizi di geo-informazione, dal 1992 collabora con le istituzioni italiane ed europee per garantire il supporto che la tecnologia è in grado di offrire allo sviluppo del settore agricolo.
Telespazio, insieme ad altri partner, opera con il Mipaaf e l’Agea per la gestione e il controllo dell’impiego degli aiuti comunitari destinati ogni anno a più di 1.200.000 aziende agricole italiane. Il telerilevamento satellitare e aereo, l’uso di sistemi informatici come i Gis, i sistemi di geo-localizzazione per la tracciabilità dei prodotti e la sensoristica, costituiscono gli strumenti che la tecnologia mette a disposizione del settore agricolo per aumentare efficienza e creare sviluppo sostenibile.
I servizi e le applicazioni forniti da Telespazio avvicinano lo spazio alla Terra, facendo sì che la tecnologia sia realmente al servizio delle esigenze delle imprese e dei cittadini. In campo agricolo la tecnologia satellitare permette il monitoraggio sinottico e completo del ciclo di crescita delle colture in tutte le sue fasi: dall’aratura alla semina fino al raccolto, favorendo una gestione territoriale eco-compatibile.
L’innovazione tecnologica oggi consente lo sviluppo di ulteriori servizi locali di «Precision Farming», che offrono informazioni operative e localizzate su singole porzioni di parcelle agricole, consentendo di migliorare la qualità dei prodotti, risparmiando tempi, energia, risorse idriche, fertilizzanti e soprattutto riducendo emissioni ed inquinamenti.