Cop24, Il clima e le emigrazioni

481

Oggi oltre 258 milioni di migranti (#ForMigration) vivono al di fuori del loro paese di origine in tutto il mondo e si prevede che il cambiamento climatico aumenterà questo numero

Ma a Katowice, in Polonia, sono state lanciate anche una serie di raccomandazioni che mirano ad aiutare i paesi a far fronte allo spostamento delle persone a seguito di impatti dei cambiamenti climatici come siccità prolungate. Le raccomandazioni, che si concentrano su approcci integrati per prevenire, minimizzare e affrontare lo spostamento correlato agli effetti negativi dei cambiamenti climatici, sono state presentate pochi giorni prima dell’incontro che si terrà a Marrakech, in Marocco, il 10-11 dicembre, incontro che sancirà il primo accordo globale delle Nazioni Unite su un approccio comune alla migrazione internazionale.

Oggi oltre 258 milioni di migranti (#ForMigration) vivono al di fuori del loro paese di origine in tutto il mondo e si prevede che il cambiamento climatico aumenterà questo numero. Gli impatti climatici che colpiscono i grandi movimenti di persone includono ondate di calore sempre più lunghe, siccità o innalzamento del livello del mare che rendono la terra inabitabile. Patricia Espinosa, responsabile del clima dell’Onu, ha dichiarato: «Gli effetti degli impatti dei cambiamenti climatici in una parte del mondo non si sentono solo lì. Quell’impatto si increspa verso l’esterno e si sente lontano dai continenti coinvolti direttamente. Siamo tutti collegati».

 

E. S.