E alla fine Costa è intervenuto

3759
Sergio Costa Biografieonline
Il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. Da Biografieonline

Ha disposto due indagini, una dei tecnici del Ministero e una delle forze di polizia, sui massicci tagli di alberi nelle città italiane e soprattutto in questi giorni di confinamento

Tanto tuonò che piovve. Dopo tanti messaggi sui Social, appelli e lettere, il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa ha disposto due indagini, una dei tecnici del Ministero e una delle forze di polizia, sui massicci tagli di alberi nelle città italiane e soprattutto in questi giorni di confinamento.
Ed ha usato lo stesso mezzo utilizzato dalle tante denunce: una diretta Facebook.
«Stiamo lavorando molto col Comitato Verde Pubblico, costituito per legge presso il Ministero con tutta una serie di specialisti, sulle segnalazioni che ci sono arrivate sul taglio degli alberi – ha detto Costa -. Ho chiesto agli esperti del Comitato, che ho incontrato ieri in videoconferenza, di approfondire questo tema. Io devo capire perché tanti cittadini, su tutto il territorio nazionale, mi segnalano questo problema: un numero molto consistente di abbattimenti di alberature stradali e del territorio comunale. Ho dato questa indicazione e vi aggiornerò su quello che mi diranno».
Costa ha detto anche che sta coinvolgendo le forze di polizia per capire se ci sono dei reati. E ha puntualizzato: «Teniamo conto che il ministero dell’Ambiente non ha una diretta competenza sull’argomento, è una competenza dei Comuni. Non sto accusando l’uno o l’altro. Mi sto mettendo a fianco, per capire se posso aiutare i Comuni in qualche modo».

Sul fenomeno del taglio degli alberi se ne sono sentite tante ed anche noi ce ne siamo occupati in numerosi articoli. Speriamo che quanto prima si riesca a dipanare il velo dell’incomprensione anche per bloccare il proliferare di bufale.

 

R. V. G.