Quali relazioni fra cosmo e quotidianità

839
aria cielo la maddalena APerrini
La Maddalena, foto di A. Perrini

L’appuntamento di «Cosmos and Biosphere»

Si riuniscono in Crimea studiosi da ogni parte del mondo per affrontare temi lontani tra Cosmo e Biosfera, sulla frontiera spaziale, di decifrazione delle influenze Cosmiche sul clima terrestre e sulla salute umana

Nel mentre il mondo intero affronta le durezze della pandemia da Coronavirus, da circa 30 anni, ogni due anni si riuniscono in Crimea studiosi da ogni parte del mondo per affrontare temi lontani tra Cosmo e Biosfera, sulla frontiera spaziale, di decifrazione delle influenze Cosmiche sul clima terrestre e sulla salute umana.
Sulle Influenze delle stagioni dell’attività solare e di quella lunare molto si sa, ma molteplici aspetti di fisica dell’atmosfera e in particolare degli effetti non lineari del Clima Cosmico appaiono sfuggire ai più solidi tentativi di analisi dei fenomeni, da quelli osservati dal vecchio direttore dell’Istituto di Chimico fisica di Firenze Giorgio Piccardi, agli Storm Glass che sono stati usati per molto tempo come barometri, agli effetti di deboli e debolissimi campi magnetici sui sistemi biologici al centro delle ricerche di molti gruppi scientifici che si riuniscono anche nella bella Crimea, quest’anno off limits per Covid.

Il rapporto con le difese immunitarie

Questi studi appaiono rilevanti non solo per le maree, i processi agroalimentari, molto studiati in passato e seguiti dai contadini di ogni latitudine, ma forse anche per l’impatto di questi fenomeni cosmici sulle difese immunitarie e sull’aggressività dei virus come si evince da molti dati presentati in Cosmos and Biosphere che sono stati ripresi da Trofimov a Valenzi nella passata Coherence 2020 giusto un anno fa.
In questa edizione di Spazio e Biosfera ampio spazio sarà dedicato oltre che ai temi classici anche alla grande questione dello sviluppo sostenibile che passa inevitabilmente sull’impatto dei vari processi naturali e antropici (in particolare l’inquinamento industriale chimico fisico radioattivo ed elettromagnetico) sulla salute umana, che può essere messa in pericolo come la pandemia in corso ci ha rilevato, con meccanismi che spesso ci sfuggono, andando oltre fenomeni chiari di tossicità diretta, lineare, legati ad effetti dose dipendenti misurabili.

Allergie e intolleranze

Il grande enigma della non linearità, in quella zona grigia delle pseudo allergie, delle intolleranze, che cominciano a trovare mezzi di misura diretti e indiretti, con sistemi diagnostici bioelettrici che ci potrebbero consentire di affrontare reazioni avverse a farmaci, cibi, cosmetici acque, tessuti, ecc. avvicinandoci alla personalizzazione dell’uso di tutte le sostanze biologicamente attive, che aiuterebbe non poco nel mantenere l’ordine, la coerenza e il performance status nei nostri sistemi a livelli superiori anche per contrastare le aggressioni interne ed esterne che ci colpiscono quando il nostro sistema di difesa immunitaria si indebolisce, come la vicenda degli Herpes e del Covid-19 ci mostra chiaramente.

La qualità dell’aria

La stessa partita contro il Covid-19 dovrebbe amplificare, oltre alla stimolazione immunitaria con i vaccini, il contrasto alle manifestazioni patologiche dell’aggressione virale, spingendo l’acceleratore sulla terapia di precisione personalizzata, sul potenziamento delle difese immunitarie, riducendo l’impatto dei fattori aggressivi evitabili (bene ha fatto il Governo a liberalizzare l’accesso alle seconde case di mare e montagna ecc.) e magari trasferendo i pazienti e i predisposti in località con climi favorevoli come si faceva per la tubercolosi e per altre patologie respiratorie nei secoli scorsi e come si continua a far ancora sulle Alpi francesi a Briançon e si comincia a rifare a Poli dove la scorsa estate c’è stato un ritorno di molti polesi alla ricerca di quel clima terapeutico che aveva sconfitto la peste e la tubercolosi nei secoli scorsi che pare reggere anche all’urto del Covid-19.
Si può forse andare oltre le pur nobili attenzioni agli invalidi, come avviene nella Regione Toscana, per rivalutare la Climatoterapia marina e montana (non solo nell’isola bianca sarda).
Da più parti si vanno sviluppando molteplici approcci di successo, che meritano attenzione test e validazioni dall’Europa all’Asia in particolare l’India, con le sue tradizioni mediche. Stiamo lavorando ad una Scuola internazionale di medicina integrata e farmacoelettrodinamica che condivida le migliori pratiche del passato e della Modernità e sviluppi test, validazioni e registrazioni che consentano un esteso uso di queste buone pratiche nell’ambito delle pratiche mediche correnti, oltre alternative e conflitti ideologici e di mercato che non fanno bene alla medicina e alla sua mission.

Se ne parlerà in Crimea e su Zoom ormai a Maggio come si evince dalle nuove date richieste, oltre la velocità del Web, che quando trattasi di scienza ha bisogno dei suoi tempi, specialmente quando si viaggia tra Cosmo e Biosfera.

Conference topics (space-bio.ru)
Important dates
Timetable 2021:

Registration on the conference website until April 19, 2021
Review results April 19 – May 17, 2021
Payment of the registration fee and sending additional documents until May 17, 2021
Conference program until May 17-24, 2021
Conference held on May 25-28, 2021.

 

Vincenzo Valenzi, Organizing Committee; https://space-bio.ru/index.php/en/committees – www.cimb.me