E si ritorna in miniera…

560
giornata miniera

Oggi la Giornata nazionale

Un fine settimana tutto dedicato alla scoperta di questo affascinante mondo con attività che potranno andare dalle escursioni, magari in bicicletta o facendo trekking, agli incontri di pittura per adulti e bambini, dalle esperienze in realtà aumentata allo salire sul trenino e tuffarsi nel passato ripercorrendo la vita dei minatori

Nel 2021 l’Italia torna in miniera. Tornano infatti in presenza, anche se non per tutti i siti, gli eventi della Giornata nazionale delle Miniere (Gnm), la due giorni dedicata alla scoperta del sottosuolo e della vita in miniera per diffondere il valore e il significato culturale del turismo geologico giunto ormai alla sua XIII edizione.

L’evento, coordinato dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e Sistema nazionale protezione ambientale (Snpa), in collaborazione con l’Associazione italiana per il patrimonio archeologico industriale (Aipai), l’Associazione nazionale ingegneri minerari (Anim), il ministero dello Sviluppo economico (Mise), l’Assorisorse, e con il patrocinio di Eurogeosurveys, del Consiglio nazionale dei geologi, della Società italiana di geologia ambientale (Sigea), da Amodo e primavera della mobilità dolce, dopo la battuta d’arresto subita dal settore turistico dovuta alla pandemia vede i siti e i parchi minerari ripartire ampliando l’offerta delle iniziative che percorreranno l’Italia da Nord a Sud.

Un fine settimana tutto dedicato alla scoperta di questo affascinante mondo con attività che potranno andare dalle escursioni, magari in bicicletta o facendo trekking, agli incontri di pittura per adulti e bambini, dalle esperienze in realtà aumentata allo salire sul trenino e tuffarsi nel passato ripercorrendo la vita dei minatori.

Due le novità di quest’anno: oggi, dalle ore 10:00 in diretta FB con la Rete nazionale dei musei e dei parchi minerari italiani (ReMI)-Ispra e Aipai la presentazione degli eventi in programma nel calendario nazionale, con collegamenti dai siti e dai parchi e musei minerari e l’attivazione del Passaporto Turistico realizzato dalla ReMi, il primo documento del settore che testimonia il passaggio del visitatore nei siti appartenenti alla rete con l’obiettivo di stimolare l’attenzione dei cittadini verso le diverse realtà presenti sul territorio. Basterà accumulare i timbri per avere, tra l’altro, ingressi omaggio e premi.

 

Elsa Sciancalepore