Così saranno valorizzati i Tratturi di Puglia

1594
campagna puglia

Il Documento Regionale di Valorizzazione

Uno strumento che da un lato persegue lo scopo di tutelare, recuperare e conservare i valori naturalistici, storici e culturali dei tratturi regionali e di promuoverne la fruizione, dall’altro punta alla promozione ed allo sviluppo di attività economiche turistiche, sportive e ricreative, compatibili con i predetti valori

Le attività svolte sono condivise sulla piattaforma Puglia Partecipa della Regione Puglia ed è stato predisposto anche un questionario on line

PESCASSEROLI CANDELA - PH ARTURO CUCCIOLLA
Tratturo Pescasseroli Candela, foto di Arturo Cucciolla

La tutela dei valori patrimoniali del territorio rappresenta un obiettivo strategico della comunità regionale e, tra i beni demaniali dei quali promuovere la conoscenza, il recupero e la valorizzazione figurano senza dubbio i tratturi, preziosa testimonianza identitaria della storia pugliese. Per questi fini, la Regione Puglia sta elaborando il Documento Regionale di Valorizzazione, uno strumento che da un lato persegue lo scopo di tutelare, recuperare e conservare i valori naturalistici, storici e culturali dei tratturi regionali e di promuoverne la fruizione, dall’altro punta alla promozione ed allo sviluppo di attività economiche turistiche, sportive e ricreative, compatibili con i predetti valori, concorrendo al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali.

L’elaborazione del «Documento Regionale di Valorizzazione» rappresenta la seconda fase del processo prefigurato dalla Legge regionale n. 4 del 2013, Testo Unico in materia di demanio armentizio, successiva all’approvazione del «Quadro di Assetto» ( DGR n.819 del 2019), e propedeutica alla elaborazione dei «Piani Locali di Valorizzazione» di competenza comunale (terza fase).

Attualmente, il gruppo di lavoro composto dalla Sezione Demanio e Patrimonio – Servizio Amministrazione Beni del Demanio Armentizio, ONC e Riforma Fondiaria della Regione Puglia, con il supporto scientifico del Dipartimento Dicatech del Politecnico di Bari e dell’Università di Foggia, sta lavorando alla redazione del Documento Regionale di Valorizzazione (Drv) dei tratturi. Il Drv dovrà stabilire le linee guida per la valorizzazione dei tratturi, tenendo conto della varietà di contesti territoriali attraversati nel paesaggio pugliese e delle specificità che derivano dalle caratteristiche naturali, ecologiche, storiche, archeologiche e culturali di ognuno di essi.

Il Documento Regionale di Valorizzazione si misura con il carattere reticolare e la scala interregionale dei beni relativi al demanio armentizio, assumendo una visione finalizzata alla riqualificazione del demanio armentizio in chiave polifunzionale. In tal senso, i tratturi possono concorrere alla realizzazione dello scenario strategico delineato dal Pptr, con particolare riferimento alla Rete Ecologica Regionale, ai sistemi territoriali per la fruizione dei beni patrimoniali, al rafforzamento delle relazioni tra città e campagna e allo sviluppo della mobilità dolce.

I criteri progettuali definiti nelle linee guida per la valorizzazione dei tratturi tengono conto di tre principi fondamentali che orientano le azioni: la salvaguardia della continuità, la fruibilità del percorso e la leggibilità del tracciato.

La metodologia impiegata per la definizione delle linee guida progettuali incluse nel Documento regionale di valorizzazione prevede, in parallelo all’analisi dell’intera rete tratturale pugliese, approfondimenti su alcuni ambiti di studio, dislocati in contesti molto diversi del territorio regionale, che ben evidenziano come i tratturi siano un patrimonio che attraversa paesaggi eterogenei e che, per questo, richiedono forme di tutela, valorizzazione e riqualificazione differenziate.

Ambiti di approfondimento per il Drv

TRATTURI DI PUGLIA - AMBITI DI APPROFONDIMENTO DRVLe attività svolte sono condivise sulla piattaforma Puglia Partecipa della Regione Puglia per rafforzare la conoscenza di questa importante testimonianza identitaria e promuovere il dialogo con i cittadini, siano essi già attivi o meno sui temi della tutela del patrimonio culturale, paesaggistico, ambientale.

Gli incontri e le attività partecipative con gli enti locali, le associazioni e i cittadini interessati hanno dato vita a un dialogo costruttivo con il gruppo di lavoro incaricato della redazione del Documento di Valorizzazione. Per ampliare tale dialogo è stato anche predisposto un questionario online rivolto a chiunque sia interessato a dare il proprio contributo per la valorizzazione dei tratturi di Puglia. L’obiettivo è quello di comprendere più a fondo e da più punti di vista le criticità e le opportunità presenti sui territori comunali attraversati dai tratturi pugliesi. Auspichiamo pertanto che in tanti rispondano al questionario e ne diano diffusione.

 

Gruppo di Lavoro sui Tratturi di Puglia