Gargano – Come ti distruggo un Parco

292

Le coste del Gargano, già in parte compromesse nel corso degli anni passati, stanno per conoscere una seconda, gigantesca, colata di cemento. In discussione, cioè cantierabili a breve, ci sono circa cinque milioni di metri cubi di cemento solo di opere turistiche private

La tutela ambientale assomiglia sempre più ad una tela di Penelope: ci sono forze che costruiscono e forze che disfano. L’Italia non fa eccezione in nessuna delle sue regioni. Le associazioni ambientaliste si sono sempre battute nel segnalare e nell’opporsi. Ultimo, in ordine di tempo, è il dossier che ha preparato Legambiente sul Gargano. Una delle più belle e ricche aree naturali per biodiversità e paesaggio, storia e tradizioni.
Ma l’impegno degli amministratori del Parco non riesce ad arginare sempre le tante situazioni ereditate e nuove.
Così, mentre la zona delle Pietre Nere, un’emergenza geologica che testimonia il passato del