Uno studio per la stima del fabbisogno finanziario del Sistema Agenziale

251

Allo studio/ricerca, commissionato dall’Osservatorio Onog (Osservatorio Nazionale sull’Organizzazione e sulla Gestione delle Arpa-Appa), collaborano l’Irer (Istituto di ricerca della regione Lombardia) e l’Università di Bergamo

L’Agenzia per la protezione dell’Ambiente della Regione Lombardia in collaborazione con l’Irer (Istituto di ricerca della regione Lombardia) e l’Università di Bergamo sta elaborando uno studio/ricerca teso alla definizione di una stima del fabbisogno finanziario del Sistema Agenziale.
Lo studio commissionato dall’Osservatorio Onog, nasce dalla necessità di procedere ad una verifica nella determinazione del fabbisogno finanziario delle Agenzie regionali e delle province autonome per la protezione dell’ambiente, per quanto riguarda sia l’ammontare sia le modalità di finanziamento.
«Il problema delle risorse ha generato forti preoccupazioni alla gestione recente ed è foriero di altre conseguenze se non si imporrà un chiaro punto fermo: le Agenzie sono impianti di produzione di dati, di controlli, di ispezioni, di presidio del territorio, ma tutto ciò ha un costo che non deve essere inteso come il peso inevitabile, ma come lo strumento principale per la garanzia di regole certe», è stato detto in sede di 7° Conferenza delle Agenzie, nel 2003 a Milano.
L’impegno a migliorare il livello delle informazioni sulle attività e sui costi di funzionamento del Sistema agenziale può essere preso come un segnale positivo dell’avvenuta legittimazione delle Agenzie ad operare come strutture tecnico-scientifiche autonome, dedicate a compiti istituzionali al servizio della protezione dell’ambiente e integrate con le strutture amministrative delle Regioni e Province autonome e degli Enti locali.
La condizione necessaria, anche se non sufficiente, perché questo processo di crescita professionale, culturale e organizzativa abbia successo sta nella capacità del sistema ambientale di arrivare a dotarsi, senza ulteriori ritardi, di un modello di finanziamento che metta in relazione gli scenari ambientali, le azioni di tutela e le risorse necessarie, in un quadro di compatibilità elaborato e concordato tra i diversi livelli di governo, e che preveda una sistematica attività di monitoraggio della spesa.