Più calde le capitali europee e l’Italia brucia

109

Secondo un rapporto del Wwf si prevede che l’Italia sarà tra i Paesi dell’Ue maggiormente colpiti dal futuro riscaldamento climatico, con un calo dei livelli delle precipitazioni ed un aumento delle ondate di caldo

Summit in Danimarca dei ministri dell’Ambiente da oggi al 19 agosto per discutere, a livello informale, il problema degli sconvolgimenti del clima e l’attuazione di Kyoto. All’incontro sono attesi una trentina di responsabili delle politiche «verdi» fra i quali i ministri dell’Ambiente di India, Brasile, Cina, Giappone e Stati Uniti.
Ormai i cambiamenti climatici sono una dura realtà con cui i governi, se vogliono pianificare realmente, devono fare i conti. Le previsioni (Noaa) parlano di sconvolgimenti con uragani e trombe d’aria e le temperature vanno sempre più su come dimostrano quelle di giugno.
Per questo,