Dal summit di New York una speranza per l’ambiente

160

Ma su diritti umani, pace e parità di sessi il lavoro è ancora lungo. Il presagio è che i leader mondiali abbiano perso un’altra buona occasione per raggiungere un’integrazione delle politiche e perseguire gli Obiettivi del Millennio. Prossimo appuntamento a Montreal a fine novembre

Buone notizie da New York. Nonostante nelle settimane passate ci fossero state delle pressioni, operate soprattutto dal governo statunitense, per indebolire i testi relativi all’ambiente, si è riusciti infine a inserire nel testo finale del summit un impegno concreto nel perseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile basato sull’integrazione tra ambiente e sviluppo.
«Rispetto ai passati incontri ? commenta Gianfranco Bologna, direttore scientifico del Wwf Italia – si sono fatti molti passi avanti verso l’utilizzo di politiche basate sullo sviluppo sostenibile. Il documento finale pone tra le priorità argomenti estremamente importanti per il futuro dell’umanità come i cambiamenti climatici, la biodiversità