Per il post-Kyoto intesa quasi impossibile

65

Ancora forti le resistenze dei grandi paesi inquinatori (Usa, Canada, Giappone, Australia, India e Cina) che hanno stretto un patto fra loro

Per il post-Kyoto non ci sono speranze di trovare un accordo nella prossima Conferenza (COP-11) di Montreal. Lo afferma il ministro dell’ambiente britannico: Margaret Beckett. Forse sarà possibile trovare un accordo su un possibile percorso da seguire per coinvolgere i Paesi in via di sviluppo emergenti. Ma sarà un percorso tutto in salita dal momento che il più grande inquinatore del mondo, come gli Usa, hanno rifiutato di ratificare il protocollo di Kyoto. Nel frattempo Usa, Canada, Giappone, Australia, India e Cina hanno stretto un patto (Asia-Pacifico) per intraprendere una strada diversa da quella del protocollo di Kyoto e del