«Scandalosa» Legge delega, insorgono le Associazioni

379

Greenpeace: «Apre una deregulation senza limiti sui rifiuti, dall’apertura delle nostre frontiere a traffici incontrollati di rifiuti ferrosi e non, al ritorno alla tassa rifiuti ed alla totale disincentivazione della raccolta differenziata»
Wwf: «i testi predisposti sono inemendabili. L’articolato è infatti tutto coerente ad un’impostazione che viola alcune direttive comunitarie»

Oggi il Consiglio dei Ministri ha dato il primo via libera alla legge delega ambientale. Il testo unico ha approvato in via preliminare raccoglie tutta la legislazione in materia. Un complesso legislativo di oltre 750 pagine.
Nei giorni scorsi c’erano già state varie prese di posizione contro questo provvedimento che secondo gli ambientalisti aggrava le regolamentazioni in materia. Ora interviene anche Greenpeace.
«La legge delega sull’ambiente è una vergogna perché apre una deregulation senza limiti sui rifiuti, dall’apertura delle nostre frontiere a traffici incontrollati di rifiuti ferrosi e non, al ritorno alla tassa rifiuti ed alla totale disincentivazione della