Sovrappopolazione – Ormai non c’è più terra da coltivare

83

Una mega-mappa planetaria di migliaia e migliaia di quadratini multicolori. Ciascuno copre una microsuperficie di 10 chilometri quadrati e racconta meglio di tante verbose analisi l’impetuosa avanzata dell’uomo

La terra fertile è finita. Non ne rimane altra da aggiungere alle coltivazioni e agli allevamenti. Il resto sono metropoli in espansione e deserti che avanzano e poi malinconici scampoli di foreste sopravvissute e di ghiacci in via di scioglimento. Sono queste le dolenti note emerse dagli studi effettuati dal professor Navin Ramankutty insieme al Centre for Sustainability and the Global Environment (Sage) del Wisconsin-Madison: quasi il 40% delle terre emerse è sotto grave o gravissimo stress.
Durante il meeting dell’Associazione geofisica americana tenutosi a San Francisco, il gruppo di ricercatori del Sage ha commentato i risultati ottenuti: le