Piacenza a… tutto gas, via libera agli incentivi auto

86

Dalla Regione 265.000 euro di incentivi per la trasformazione a Gpl e a metano dei veicoli pre-euro, Euro 1 ed Euro 2

Ammonta a 265.000,00 euro la cifra destinata dalla Regione Emilia Romagna al Comune di Piacenza per la trasformazione a Gpl e metano di vetture di omologate Pre-euro, Euro 1 ed Euro 2 nell’ambito del Progetto Andiamo a Gas ? Liberiamo l’Aria.
Possono accedere al contributo persone fisiche e giuridiche residenti/aventi sede nel territorio del Comune di Piacenza, con esclusione delle attività di trasporto per conto terzi.
Per ogni veicolo trasformato l’incentivo ammonta a 350 euro e sarà erogato direttamente dall’officina sotto forma di sconto in fattura. L’installazione deve essere effettuata presso le officine aderenti all’iniziativa che si sono impegnate a non superare il listino prezzi massimi concordato con le associazioni di categoria.
La procedura per ottenere l’incentivo si articola in due fasi. Durante la Fase A, della durata di 14 giorni a partire dal 20 marzo e gestita dal Servizio Ambiente e Viabilità del Comune di Piacenza, saranno raccolte le richieste di contributo da parte di coloro che hanno effettuato la trasformazione su veicoli pre-euro tra il 18 ottobre 2005 e il 2 aprile 2006. Il contributo sarà erogato sulla base dell’ordine di presentazione delle richieste di rimborso che dovranno pervenire entro e non oltre il 31 marzo prossimo.
La Fase B che, in presenza di fondi residui, avrà inizio il 3 aprile 2006, sarà invece riservata alla prenotazione delle trasformazioni dei veicoli pre-euro. Dopo 31 giorni, qualora siano esauriti gli incentivi statali Icbi e in presenza di fondi rimasti, sarà possibile prenotare anche la trasformazione delle vetture Euro 1 ed Euro 2.
Grazie ad un Protocollo d’Intesa fra il Comune di Piacenza e Consorzio Ecogas, Cna-Confederazione Nazionale Artigianato e Assogasliquidi/Federchimica, la gestione operativa della seconda fase del progetto sarà affidata alle 3 associazioni che aggiungeranno all’incentivo comunale ulteriori benefici: coloro che usufruiscono dell’incentivo riceveranno un blocchetto di buoni sconto Gpl e metano per un valore complessivo di 60 euro, spendibile presso i distributori che aderiscono all’iniziativa, l’Atlante stradale dei distributori di Gpl e metano d’Italia (Iter edizioni) e l’abbonamento per un anno alla rivista Ecomobile ? A Tutto gas news. Oltre alla garanzia di legge di 24 mesi, l’officina di installazione fornirà due controlli gratuiti dell’impianto, entro sei e dodici mesi dall’installazione.
Il contributo è disponibile fino a completa erogazione dei fondi stanziati e non è cumulabile con altre forme di agevolazione.
Il Consorzio Ecogas è il referente tecnico-amministrativo della Fase B dell’iniziativa e si occupa quindi della sua gestione e del suo monitoraggio; per ogni informazione ai cittadini e per consultare l’elenco degli installatori che aderiscono, mette a disposizione il proprio sito internet www.ecogas.it e il numero verde 800 500 501.

L’Accordo di Programma sulla Qualità dell’Aria 2005-2006, nel quale rientra il finanziamento al Comune di Piacenza, prevede oltre 5 milioni di incentivo per la trasformazione dei veicoli a Gpl e metano. Possono accedere al finanziamento, emanando un proprio atto, i comuni che hanno adottato le misure dell’accordo sulla qualità dell’aria: BOLOGNA, ANZOLA DELL’EMILIA (Bo), CASALECCHIO DI RENO (Bo), CASTEL MAGGIORE (Bo), CASTEL SAN PIETRO TERME (Bo), CASTENASO (Bo), DOZZA (Bo), GRANAROLO DELL’EMILIA (Bo), IMOLA (Bo), SAN LAZZARO DI SAVENA (Bo), ZOLA PREDOSA (Bo), MODENA, CARPI (Mo), CASTELFRANCO EMILIA (Mo) FIORANO (Mo), FORMIGINE(Mo), MARANELLO (Mo), NONANTOLA (Mo), SASSUOLO (Mo), VIGNOLA (Mo), FORLI’ (Fc), CESENA (Fc), RAVENNA, CASTEL BOLOGNESE (Ra), FAENZA (Ra), RIMINI, FERRARA, REGGIO NELL’EMILIA, CASALGRANDE (Re), CORREGGIO (Re), SCANDIANO (Re), PARMA, BUSSETO (Pr), FELINO (Pr), FIDENZA (Pr), FONTANELLATO (Pr), FONTEVIVO (Pr), LANGHIRANO (Pr), NOCETO (Pr), SALA BAGANZA (Pr), SALSOMAGGIORE (Pr), SAN SECONDO PARMENSE (Pr), SISSA (Pr), SORAGNA (Pr), TRAVERSETOLO, COLLECCHIO (Pr), PIACENZA.

Ogni Comune definisce tempi e modalità per la presentazione delle richieste di contributo, tenendo conto dei criteri stabiliti nella delibera regionale.
Il Consorzio Ecogas, che da tempo collabora con enti ed istituzioni per la promozione dell’autotrazione a gas, è referente tecnico-amministrativo anche per la gestione dei contributi elargiti dal Comune di Bologna, sempre nell’ambito dell’iniziativa regionale e dal Comune di Ravenna, partiti nel 2004 e ancora in atto.
Il Consorzio Ecogas ricorda che sono disponibili anche incentivi statali:

Incentivi Icbi – Campagna del Ministero dell’Ambiente «A gas per l’ambiente», partita dal 13/02/2006 fino ad esaurimento fondi (15 milioni di euro). Il contributo unitario di 350 euro (ai quali si aggiungono buoni sconto per l’acquisto di carburante messi a disposizione dalle associazioni) è elargito sotto forma di sconto dall’officina di installazione. Iniziativa riservata a persone fisiche e persone giuridiche residenti/aventi sede nei Comuni che hanno aderito (già oltre 200, di cui 77 in Emilia Romagna; Piacenza è tra questi) che trasformano a Gpl o a metano il proprio mezzo appartenente alla categoria Euro 1 o Euro 2. L’incentivo viene accantonato in ordine cronologico di ricevimento della domanda di prenotazione. Non è cumulabile con altre forme di agevolazione locali o statali.
Incentivi Map – Di competenza del Ministero delle Attività Produttive e validi su tutto il territorio nazionale, sono attivi da gennaio 2006 fino ad esaurimento fondi (42 milioni di euro), per persone fisiche e giuridiche che trasformano a Gpl o a metano il proprio autoveicolo entro i tre anni successivi alla data di immatricolazione (650 euro di contributo) o che acquistano (anche in locazione finanziaria) un autoveicolo nuovo di fabbrica omologato anche o esclusivamente a Gpl o a metano (1.500 euro di contributo). Sono ottenibili sotto forma di sconto, praticato dall’officina di installazione o dal concessionario. Cumulabili con iniziative locali ma non con altre campagne statali.

Tutte le informazioni su incentivi nazionali e locali sui siti www.ecogas.it e www.ecomobile.it.
(18 Marzo 2006)